Proseguirà nei giorni 16 e 17 marzo, presso l’hotel “Il Mulino” di Capo d’Orlando, il secondo appuntamento del corso organizzato dall’ONAS – Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Salumi e patrocinato dal Parco dei Nebrodi.

L’idea era nata in occasione dell’ultima edizione della Settimana Europea dei Parchi, lo scorso 24 maggio, quando a margine di un convegno, il Parco dei Nebrodi, l’Università degli Studi di Palermo e l’Istituto della Dieta Mediterranea hanno affrontato il tema della biodiversità e della sostenibilità ambientale come strategia per promuovere cultura, gusto, salute e territorio.

Questi i motivi che hanno spinto il Commissario del Parco Luca Ferlito a prevedere la formazione professionalizzante come strada vincente per costruire un adeguato sviluppo economico e sociale.

Forte l’investimento nel territorio, come afferma la presidente dell’ONAS Nazionale, Bianca Piovano “La nostra è stata una scelta di campo, poiché la Sicilia e i Nebrodi in particolare hanno tanto da offrire e noi siamo onorati di contribuire al rilancio della qualità che è frutto di una protezione e di una tradizione di indubbio valore ambientale e salutare”.

Per la referente ONAS SICILIA Daniela Catalano “la qualità del prodotto nasce dall’analisi sensoriale: per ottenere successo è necessario garantire eccellenza, tipicità e genuinità di prodotto. La formazione quindi è assolutamente necessaria”.

Leggi anche:  Enti locali, la strada "virtuosa" del piano di equilibrio