Un week-end particolare in natura tra boschi, funghi, prodotti tipici, nei giorni 24 e 25 novembre. Insieme ad un esperto micologo si andrà alla scoperta di luoghi di grande interesse micologico, botanico e paesaggistico, attraverso i numerosi habitat dei funghi, dalle conifere alle latifoglie, dai faggi alle querce, ai noccioleti e altre numerose essenze arboree. Sono previsti due giorni di didattica sia in campo che “in aula”, all’interno di una pregevole struttura ricettiva immersa nel verde. E, ovviamente, degustazione delle eccellenze gastronomiche dei Nebrodi.

L’evento avrà come base le zone tra Ucria e Castell’Umberto, in cui, tra l’altro, si percorreranno i sentieri del bellissimo ed enorme parco sub-urbano, con bosco misto di conifere e latifoglie, tra cui pini, carpini, ontani, querce e vegetazione arbustiva di interesse botanico. Sotto la guida del micologo andremo si ricercheranno sia i funghi commestibili, sia quelli non commestibili o velenosi, che saranno oggetto di particolare attenzione anche in riferimento ai possibili scambi di specie. Ampio spazio alla parte didattica sul campo, in entrambi i giorni, intervallata da lezioni teoriche con proiezione di diapositive e cenni di sistematica, tossicologia e, soprattutto, minuziosa descrizione ed identificazione delle specie individuate.

Leggi anche:  Zoomafia: dai Nebrodi a Catania, la Cupola del bestiame che regna in Sicilia