L’abbandono dei luoghi e la perdita di usanze popolari, antiche tecniche manufatturiere e rapporto fra uomo e natura. Sono questi i principali temi che muovono il progetto “Transumanze”. Un concept, ideato dall’urbanartist Alberto Ruce e dalla videomaker Carla Costanza, nato per indagare le micro-migrazioni attraverso l’arte che partirà dalla Sicilia per poi viaggiare verso altri territori. In particolare, “Transumanze” si svilupperà attraverso interviste ai locali e raccolta delle informazioni ambientali fino alla realizzazione di un murales. Tutto il materiale raccolto, poi, sarà lavorato in postproduzione per diventare un documentario, di visione cinematografica più che prettamente giornalistica. Questo sarà proiettato al termine della tappa, in loco, oltre che essere proposto in diversi festival di settore a livello nazionale e internazione.

“La mia ricerca pittorica – spiega Alberto Ruce è basata sul vuoto e sull’assenza. Il rapporto che si crea tra l’immagine rappresentata e il luogo viene reso più forte dall’accentuata trasparenza che applico all’immagine, in modo da rendere il soggetto pittorico come fuso al supporto, come se facesse parte della storia di quel muro e di quel luogo. Il risultato è una forte empatia con lo spettatore che si riesce a proiettare in un tempo diverso da quello reale. Da questo stile pittorico sul quale lavoro e che ho elaborato da diversi anni nasce il progetto Transumanze”. “Vorrei riuscire a percepire il suono dell’assenza, dell’abbandono e filmarlo – ha aggiunto Carla Costanza -. Gli occhi di chi abita quei posti e gli scenari solitari parleranno e saranno i protagonisti. Ritorno in Sicilia, la mia terra, per poco: anche io faccio parte di questa stessa transumanza”.

I due artisti partiranno lunedì 18 marzo dal quartiere di Danisinni a Palermo per poi fare tappa a: Poggioreale (Pa) il 22 marzo, Grotte (Ag) il 26 marzo, Delia (Cl) il 2 aprile, Caltagirone (Ct) il 5 aprile, Catania l’8 aprile e S.Marco D’Alunzio (Me) l’11 aprile. A sostenere questo progetto ci sono: Museo sociale Danisinni (Palermo); Parrocchia Sant’Agnese V.M. Danisinni (Palermo); Associazione culturale “Poggioreale Antica” (Poggioreale – Pa); Associazione culturale “La Biddina” (Grotte – Ag); Comune di Delia (Caltanissetta); Associazione “Mansourcing” (Caltagirone – Ct); Collettivo Res Publica Temporanea (Catania); Associazione Culturale “Tre60 Lab” (San Marco D’alunzio – Me).

Espansione di “Transumanze”, a tour ultimato, sarà un futuro passaggio in Sicilia al fine di allestire una mostra relativa al progetto in toto con tutto il materiale prodotto prima, durante e dopo la realizzazione dei murales come disegni preparatori, pitture e foto delle opere. Infine, quella siciliana vuole essere un’edizione zero del concept che gli artisti sperano di realizzare in altre parti del Mondo.

Leggi anche:  Lavori pubblici nei Comuni, finanziati 36 paesi dei Nebrodi