giovedì - 24 maggio 2018
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Presso la sala congressi dei Padri Giuseppini

Acquedolci, Riolo riunisce i cittadini in assemblea

0
condivisioni

Presso la sala congressi dei Padri Giuseppini, ieri, il sindaco di Acquedolci, Alvaro Riolo, si è confrontato con i cittadini. I punti del programma svolti, e quelli ancora da realizzare hanno costituito il tema centrale del dibattito. Presenti in sala gli esponenti di punta del M5S acquedolcese.

“Sicuramente una bella iniziativa, peccato per il Teatro semi-vuoto – ha dichiarato Giuseppe Carone, referente Meetup Acquedolci in Movimento – e per l’assenza di alcuni assessori e consiglieri. A parer nostro a parte gli interventi d’urgenza, ancora non è stato attuato quasi nessun punto del loro programma, di cui molti punti portano la firma del “Meetup Acquedolci in Movimento” e tanti sono a costo zero. Non possono bastare due parcheggi e aver garantito l’acqua ai cittadini per essere soddisfatti, anche perché ad oggi siamo ancora costretti ad acquistare l’acqua potabile. Per quanto riguarda la raccolta rifiuti, non basta aver elevato due contravvenzioni per risolvere il problema, sminuendo nel contempo il lavoro svolto in passato, così come non può passare in sordina l’aumento di oltre il 30% delle bollette tari sulle utenze private. A tal proposito, il sindaco dichiara che forse è stato un errore spartire la cifra mancante solo alle utenze private e non anche a quelle commerciali. A tutte le nostre domande il sindaco ha risposto, ma non ci riteniamo pienamente soddisfatti in quanto a tutt’oggi disattese. Le domande riguadavano: l’attuazione del baratto amministrativo, questione time, rifiuti zero e utilizzo di App gratuite per la segnalazione ai cittadini di problemi rilevati sul territorio”.

All’assemblea hanno preso parte anche diversi componenti di maggioranza. “Per la prima volta nella storia del comune di Acquedolci,– ha affermato Salvatore Scaffidi, capogruppo di maggioranza- il Sindaco ascolta i cittadini. Segno tangibile di un cambio di tendenza nel modo di fare politica. Il confronto aperto e democratico a differenza del passato, quando chi amministrava non teneva conto delle esigenze dei cittadini ed addirittura non consentivano ai consiglieri di opposizione di espletare il proprio mandato elettorale”.

Il primo cittadino ha concluso la seduta manifestando il suo pensiero. “Continua la mia disponibilità’ al confronto ed incontro con cittadini e forze politiche, ci saranno altri incontri, osservo che le contestazioni dei cinque stelle attengono ad una minima parte del nostro programma indice che molte cose sono state fatte, rispetto loro opinione ma la trovo riduttiva, evidentemente non si sono accorti degli interventi sulla spiaggia, castello, antiquarium, cinque ville illuminate, via Generale Cascino, cappella e scale cimitero, adeguamento campo sportivo, recupero fontana piazza municipio, illuminazione palazzo municipale, circa 400 punti luce installati, riqualificazione Drl verde pubblico, carnevale con le note difficoltà e un estate vivace”.

Leggi anche:  Furto di energia elettrica, un arresto ad Acquedolci
0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l