giovedì - 16 agosto 2018
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Entro l’annualità 2018

Adeguamento sismico delle scuole: finanziati 16 Comuni dei Nebrodi

0
condivisioni

Figurano diversi progetti di fattibilità tecnico-economica per l’adeguamento sismico di altrettanti scuole, presenti nei Comuni dei Nebrodi, tra gli oltre 350 interventi finanziabili inclusi nelle graduatorie del Piano per l’edilizia scolastica siciliana per i prossimi tre anni, trasmessi al ministero per l’Istruzione. Un  bando pubblicato lo scorso aprile dal governo regionale e curato dall’Assessorato all’Istruzione.

Il termine di presentazione delle istanze è stato rispettato e questo consente di impegnare nell’immediato 272 milioni di euro per opere cantierabili già a partire dall’annualità 2018, secondo una graduatoria definitiva degli interventi elaborata dal Miur e che sarà pubblicata a ottobre.

Nell’elenco degli interventi presentati dai Comuni, finanziabili nella corrente annualità, dell’area dei Nebrodi risultano: Sant’Agata di Militello, con un progetto esecutivo per un importo di 1 milione e 500 mila euro; Capo D’Orlando, con 6 progetti per un importo totale di 7 milioni 372 mila euro; Torrenova, con 4 progetti per 5 milioni 370 mila euro; Acquedolci, con 2 progetti per un importo totale di 1 milione e 55 mila euro; Capizzi, anch’esso con 2 progetti per  2 milioni e 83 mila euro;  Sant’Angelo di Brolo, con 4 progetti per 3 milioni 565 mila euro; Alcara Li Fusi, con 2 progetti la cui somma arriva a 3 milioni e 200 mila euroNaso, con due progetti per un importo complessivo finanziabile pari a 5 milioni 293 mila euro; San Salvatore di Fitalia, con un progetto per un importo pari a 730 mila euro; Longi, anch’esso per un progetto di 400.320,15 mila euro; Motta D’Affermo, con 1 progetto finanziabile di 990 mila euro; Brolo, con un progetto per l’importo finanziabile di 2 milioni 715 mila euro; Mirto, con un solo progetto di 545 mila euro; Cesarò, con un progetto di 900 mila euro; Castel di Lucio, con un progetto per un importo pari a 507.124, 08 mila euro; Sinagra, con un progetto finanziabile di 252 mila euro; Tusa, con un progetto con una somma finanziabile pari a 99.595,20 mila euro. Tutti i progetti che rientrano nella programmazione in materia di edilizia scolastica per il triennio 2018-2020.

Leggi anche:  Mafia dei Nebrodi, in manette i fratelli Stanzù di Capizzi

“È stato un lavoro straordinario – ha affermato il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci –  condotto in tempi rapidissimi, con un’ampia partecipazione da parte degli enti locali. Questo grazie anche al supporto fornito dall’Associazione dei Comuni, dall’Agenzia nazionale della coesione territoriale e dall’Associazione dei costruttori edili. Secondo i recentissimi dati dell’Anagrafe regionale, circa il 60 per cento delle strutture scolastiche non è in regola con le certificazioni antisismiche e il 70 per cento è senza l’agibilità. Con questo intervento finanziario – conclude il governatore – contiamo di ridurre notevolmente tale percentuale. Le opere previste sono finalizzate a ristrutturazione, adeguamento antisismico e antincendio, ampliamenti o realizzazioni di nuove costruzioni, palestre, mense, aree ricreative e rimozione di barriere architettoniche”.

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l