Il 15 maggio 2019 si è svolto a Palermo, presso il teatro Politeama Garibaldi, il convegno sul tema “Scuola e cultura regionale per l’attuazione della L.R. 9/2011” per ricordare il “73 ANNIVERSARIO DELL’AUTONOMIA SICILIANA”. Il convegno è stato promosso dalla Regione Siciliana su impulso dell’Assessore alla Pubblica Istruzione prof. Lagalla e è stato organizzato dal Centro di studi filologici e linguistici siciliani, presieduto dal prof. Giovanni Ruffino, e dall’USR rappresentato dal dr. Giorgio Cavadi e dalla dr.ssa Viviana Assenza.

L’iniziativa si è svolta nell’ambito del progetto promosso dall’USR Sicilia per la “promozione di attività per la valorizzazione e l’insegnamento della storia, della letteratura e del patrimonio linguistico siciliano nelle istituzioni scolastiche regionali di ogni ordine e grado”. L’USR regionale ha avviato l’iniziativa sulla base della delibera n. 376 del 10.10.2018 con la quale la Giunta Regionale della Regione Sicilia ha approvato le “linee guida per l’attuazione della L.R. 31.05.2011 n.9, recante “norme sulla promozione, valorizzazione ed insegnamento della storia, della letteratura e del patrimonio linguistico siciliano nelle scuole”.

Al progetto e alla manifestazione hanno aderito oltre 160 Istituti scolastici siciliani individuando i docenti referenti che avranno il compito di coordinare e sviluppare il progetto.
L’IIS A. Manzoni di Mistretta ha aderito al progetto indicando come referenti i proff.ri Marisa Antoci e Antonino Pulvino. Al convegno hanno partecipato, molte Autorità regionali civili e militari, i Sindaci dei Comuni siciliani, professori universitari di Palermo, Messina e Catania, i docenti referenti delle scuole nonché diverse scolaresche, alcune delle quali si sono esibite con canti, recite e musica. Hanno preso la parola tra gli altri il Presidente della Regione, Nello Musumeci, il quale ha evidenziato che il principale nemico dei siciliani, dopo la mafia, è la rassegnazione che bisogna sconfiggere utilizzando le opportunità che offre lo Statuto siciliano.

Leggi anche:  Mistretta, Dipartimento Salute Mentale ed Ente Parco dei Nebrodi cooperano nel “Progetto Spazio Verde”

L’Assessore alla pubblica istruzione, prof. Lagalla, ha evidenziato che lo Statuto, approvato nel lontano 15.05.1947, e la L.R. 31 maggio 2011 n. 9 non hanno ancora trovato piena attuazione e per questo occorre promuovere nelle scuole siciliane attività di valorizzazione e di insegnamento della storia, della letteratura e del patrimonio linguistico siciliano.
Nel pomeriggio si è svolta una tavola rotonda sul tema “Scuola e cultura regionale. L’impegno delle Regioni a Statuto speciale e dell’Università” con la partecipazione dei docenti referenti degli Istituti aderenti al progetto, dell’Assessore regionale della Regione Valle d’Aosta Chantal Certan, del Prof. Piercarlo Grimaldi, dell’Università di Torino, della prof.ssa Carla Marcato, dell’Università di Udine, del prof. Gianmario Raimondi, dell’Universtà di Aosta, del prof. Maurizio Virdis, dell‘Università di Cagliari e del prof. Paolo Zedda, relatore della L.R. 22/2018 della Regione Sardegna.

I lavori introdotti dalla dr.ssa Viviana Assenza dell’USR Sicilia, sono stati coordinati dal dr. Salvatore Taormina, Dirigente generale del dipartimento dell’istruzione e della formazione professionale, dal prof. Ignazio Emanule Buttitta dell’Università di Palermo e dal dr. Giorgio Cavadi dell’USR Sicilia. Il prof. Giovanni Granada dell’Università di Catania ha presentato un’interessante iniziativa con la quale è stata avviato il procedimento di realizzazione di una piattaforma multimediale aperta alle scuole e agli studenti per la valorizzazione della storia e dell’identità culturale siciliana. Alla fine dell’incontro, ai docenti referenti è stato consegnato un attestato di partecipazione al “convegno Scuola e Cultura Regionale per l’attuazione della L.R. 9/2011”.