giovedì - 08 dicembre 2016
 
#noccioleti#Nebrodi#Galati Mamertino#Castel di Lucio#Calogero Emanuele
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Caos liste a Galati, sotto accusa il segretario comunale

Caos liste
0
condivisioni

La responsabilità per il caos al momento della presentazione delle liste elettorali a Galati Mamertino per le elezioni amministrative del 5 giugno va addebitata al segretario comunale Giuseppe Ricca. Questa la tesi contenuta in un documento che i rappresentanti della lista Galati nel cuore hanno presentato stamattina alla commissione elettorale e trasmesso al sindaco di Galati Bruno Natale per le opportune valutazioni e azioni che il caso dovesse richiedere: “il comportamento omissivo del segretario comunale – si legge – è quello concitato è disarmante del presunto delegato Calogero Barone della lista Viviamo Galati ha provocato sicuramente inquinamento della regolare e legittima presentazione delle liste, comportando una non regolare ammissione alla competizione elettorale”.

Non solo: l’unica lista messa al primo colpo, quella che sostiene Nino Baglio, andrebbe esclusa perché presentata da un soggetto che sarebbe nello stesso tempo candidato consigliere è indicato quale assessore: “è illegittima e da escludere dalla competizione elettorale”. Una presentazione che i rappresentanti di Galati nel cuore ritengono nulla per violazione del regolamento: “La presentazione della lista Viviamo Galati – Nino Baglio sindaco è stata fatta dal delegato Calogero Barone, soggetto che è candidato alla carica di consigliere comunale ed è designato assessore nella lista in questione – si legge nel documento -.  Si evidenzia la mancanza nel verbale delle operazioni per la presentazione della lista Viviamo Galati della vidimazione dello stesso candidato consigliere-assessore. Inoltre, secondo quanto previsto dal regolamento per la presentazione delle liste nella Regione Sicilia l stesso per quanto designato e candidato è da considerarsi che la presentazione e sottoscrizione devono ritenersi come non apposte, pertanto è come se la lista in questione fosse stata presentata illegittimamente da nessuno”.

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l