E’ stato ritrovato intorno alle 8:00 di questa mattina il 74enne medico oculista messinese che si era perso nei boschi tra Caronia e Capizzi dal pomeriggio di venerdì 18 ottobre, dove si era addentrato alla ricerca di funghi.

Lo hanno trovato, che camminava, gli agenti del Corpo Forestale, nel bel mezzo di un sentiero. Lo stesso sentiero che l’uomo aveva imboccato venerdì scorso, in località San Costantino nel comune di Caronia, a circa 6 km da dove l’uomo aveva lasciato il proprio fuoristrada, prima di addentrarsi nella fitta boscaglia facendo perdere le proprie tracce. Visibilmente disidratato, ma in discrete condizioni fisiche e psichiche, mentre si disseta per recuperare i liquidi persi, il dottore Francesco Faro racconta agli agenti che lo hanno ritrovato di aver vagato per tutto il tempo nel tentativo di ritrovare la strada di casa e di  aver passato le notti su giacigli che, all’imbrunire, realizzava recuperando rametti e fogliami dal sottobosco. L’uomo, dopo le prime attenzioni, è stato immediatamente accompagnato all’ospedale di Sant’Agata di Militello per le cure del caso.

Un plauso per il buon esito dell’operazione, verso coloro i quali hanno partecipato alla ricerca, è stato rivolto dal governatore Nello Musumeci e l’assessore al Territorio e ambiente Toto Cordaro, che hanno seguito con apprensione le ricerche scattate subito dopo l’allarme lanciato dallo stesso medico. “Siamo fieri – sottolinea il presidente della Regione – del nostro Corpo forestale, la cui presenza sul territorio è una garanzia assoluta per affrontare ogni tipo di emergenza”. “Ancora una volta – aggiunge l’assessore Cordaro – si dimostra l’efficienza di un Corpo, tante volte vituperato, che invece ha tanti uomini validi ed è da questi che bisogna ripartire per il suo rilancio”.

Leggi anche:  Distrutta l’edicola votiva di San Silvestro sui Nebrodi