Con la vittoria di domenica l’ACR Castelluccese guadagna altri due punti, sulla seconda in classifica, e il sogno di vincere il campionato di prima categoria, girone B, si fa sempre più concreto. In paese l’entusiasmo, per la storica promozione, è già alle stelle tanto che, in ogni dove, non si fa che parlare dell’ambizioso salto di categoria che, volente o nolente, investe anche gli amministratori del Comune del piccolo centro nebroideo per il naturale attaccamento ai colori della squadra, registrata alla FIGC da 38 anni.

E’ stata la lungimiranza di quest’ultimi, stimolata dall’entusiasmo trascinante del tifo che coinvolge l’intera comunità, dopo due promozioni consecutive per la rappresentativa calcistica locale (dalla terza categoria alla seconda e dalla seconda alla prima) a rivedere, a tempo debito, in prospettiva di una eventuale ammissione al superiore campionato di Promozione, un “vecchio” progetto di completamento e adeguamento dell’impianto sportivo polivalente in modo che lo stesso potesse rispondere alle norme di sicurezza stabilite dalla legge e ottenere il visto, rilasciato dalla Commissione Provinciale di vigilanza, relativo alle caratteristiche e i requisiti previsti dal “Regolamento Impianti Sportivi” di cui devono essere dotati i campi di calcio, a partire dal campionato di Promozione.

Gli Amministratori del Comune di Castel di Lucio non potevano farsi trovare impreparati di fronte ad una esigenza, di natura sportiva e d’interesse collettivo. Ed è così che “riesumando” un progetto redatto dall’Ufficio tecnico comunale, inserito nel Piano Integrato di Sviluppo Territoriale“Nebrodi Città Aperta”, riescono ad ottenere un finanziamento pari a 725 mila euro da impegnare per la ristrutturazione e l’ampliamento del rettangolo di gioco, con nuovo e moderno impianto di illuminazione; per la realizzazione di una nuova palestra, con tanto di corpo servizi igienici, nei locali adiacenti agli spogliatoi, sotto il campo sportivo ; per la costruzione di una nuova gradinata, su tre livelli, dalla lunghezza dell’intero campo, lato ovest; per il rifacimento del manto in terra battuta e della recinzione esterna.

Leggi anche:  Pettineo: in arrivo 523 mila euro

Le procedure per rendere il progetto cantierabile, seguite direttamente dall’architetto, assessore ai lavori pubblici, Giuseppe Franco, sono in dirittura d’arrivo. Dallo stesso apprendiamo che i lavori potrebbero già iniziare nel prossimo autunno. Soddisfatto anche il primo cittadino di Castel di Lucio, Pippo Nobile, per l’eccellente risultato ottenuto dalla perseveranza, ma, soprattutto, dal lavoro di squadra, composta da singoli amministratori e dipendenti degli Uffici comunali che, negli anni, grazie alla propria professionalità, abilità, conoscenza, hanno messo in una condizione di vantaggio l’Ente che ha potuto, e saputo, rispondere alle esigenze dei cittadini. “In un gruppo in cui, per il bene collettivo, ognuno mette in gioco le proprie capacità e le proprie risorse migliori, c’è da starne certi, il risultato finale sarà sempre eccellente”.