Dopo tre risultati utili consecutivi e dopo una gara equilibrata e per gran parte del primo tempo dominata, la Castelluccese è costretta alla resa da un Acquedolcese più cinico e determinato.

Partono benissimo i biancorossi e al 7′ solo una segnalazione di off-side molto dubbia nega la gioia del goal a Salerno che, nella circostanza, era stato lesto a ribattere in rete una respinta corta di Mortillaro su conclusione di Marandano. Al 17′ è lo stesso Salerno ad impegnare con una conclusione dal limite l’estremo difensore avversario. Al 23′ la Castelluccese trova meritatamente la rete del vantaggio: è Uwa con il piatto destro a finalizzare al meglio un’ottima azione imbastita sulla destra dal duo Rinaldi-Viglianti. Alla prima occasione però, dopo mezz’ora di dominio biancorosso, l’Acquedolcese trova il pari: Marguglio scodella in area un pallone sul quale è bravo Tinnirello di testa ad anticipare tutti e mettere alle spalle di Franco. Il numero 1 castelluccese, non proprio immune da colpe nella circostanza del goal, risponde invece alla grande sulla conclusione da posizione ravvicinata di Naro al 35′. Passano due minuti e la Castelluccese, dopo una splendida azione manovrata, mette Marandano nelle condizioni di battere a rete, l’attaccante biancorosso nella circostanza trova però la pronta risposta del giovane Mortillaro. Al 44′ i padroni di casa effettuano il sorpasso: a certificare una giornata decisamente no di tutta la terna arbitrale, apparsa inadeguata per tutti i 90 minuti di gara, l’Acquedolcese si vede assegnato un corner inesistente, sugli sviluppi dello stesso Fiore è lasciato colpevolmente libero di appoggiare indisturbato la palla in rete, consentendo ai suoi di andare al riposo sul 2 a 1.

La Castelluccese, tramortita dall’immeritato svantaggio, smarrisce la brillantezza mostrata nella prima frazione di gara e fatica ad arrivare dalle parti di Mortillaro. Al 57′ arriva comunque l’occasione per riportare la gara in equilibrio: con un pò di ingenuità Marguglio entra in maniera scomposta su Marandano inducendo il direttore di gara a concedere un rigore non proprio lapalissiano, dal dischetto il numero 9 biancorosso non fallisce la trasformazione. Molto più netto, qualche minuto dopo, il fallo commesso in area di rigore da Barberi su Salerno, ma un altro penalty sarebbe stato troppo per un arbitro privo della personalità necessaria e apparso tra l’altro in stato confusionale per tutta la durata dell’incontro. Al 72′ passa dai piedi di Romeo l’occasionissima per riportare in vantaggio i padroni di casa: l’attaccante biancoverde dopo aver superato Madonia in dribbling si presenta davanti a Franco concludendo però a lato. Sul fronte opposto al 75′ ci prova Solaro a rompere gli equilibri, ma sulla girata del centrocampista biancorosso Mortillaro risponde presente. All’80’ il goal che decide la gara: Naro approfitta dell’harakiri della retroguardia biancorossa e a porta praticamente sguarnita appoggia in rete per il 3 a 2 finale che regala ai padroni di casa una vittoria pesantissima e lascia a tutto l’ambiente biancorosso l’amaro in bocca per una gara che era sicuramente alla portata.

Leggi anche:  Castel di Lucio, in diretta nella trasmissione "Buongiorno Regione"

ACQUEDOLCESE: Mortillaro, Marguglio, Barberi, Bellamacina, Regina (11′ Gualdi), Siragusa, Segreto (66′ Parafioriti), Tinnirello, Fiore (81′ Salerno), Aiello (69′ Romeo), Naro; Matassa, Lanzavolpe.

CASTELLUCCESE: Franco, Allò (77′ Gatto), Uwa, Cipolla, Madonia, Ferrara, Salerno, Solaro (85′ Milia), Marandano, Rinaldi, Viglianti (86′ Grillo); Bologna, Platia, Flauto, Tita, Cannizzaro, Randazzo.

MARCATORI: Uwa(23′), Tinnirello(32′), Fiore(44′), Marandano(57′), Naro(80′).