Sgominata la banda dedita a furti in auto e ricettazione. Gli agenti del commissariato di polizia di Nicosia, dopo lunghe e accurate indagini di polizia giudiziaria, hanno deferito in stato di libertà cinque soggetti, tutti i pregiudicati residenti in Campania, di cui due all’autorità giudiziaria di Catania per reati di furto aggravato e indebito utilizzo di carte di credito, e tre all’autorità giudiziaria di Napoli per il reato di ricettazione.  Un anno fa un pensionato, residente nel comune di Cerami, denunciava il furto del proprio telefono cellulare e di un borsello contenente documenti, denaro, carte e bancomat e altro, avvenuto nel parcheggio del centro commerciale EtnaPolis a Misterbianco dove si era recato per degli acquisti. Le modalità con cui veniva perpetrato il furto è non riconducibile cosiddetta “truffa del foro dello pneumatico” grazie alla quale, creando un diversivo al malcapitato, intento poi a sostituire la ruota,  i malavitosi riuscivano con destrezza aprirono l’autovettura per rubare il telefono cellulare e il borsello. Contestualmente gli stessi malfattori riuscivano ad utilizzare le carte bancomat del pensionato per effettuare illeciti prelievi ed acquisti per un importo totale superiore ai 3000 €. L’uomo ha denunciato tutto presso gli uffici del commissariato di Nicosia.

Leggi anche:  Una strada da Tortorici a Catania: infrastruttura strategia dei Nebrodi