Sarebbe stata fissata entro il prossimo 30 giugno, secondo indiscrezioni, l’obbiettivo, da parte della Commissione straordinaria alla quale è stata affidata la gestione del Comune di Mistretta, di pubblicare i bandi pubblici per la concessione, in affitto, dei terreni di proprietà dell’Ente. Dalle notizie in nostro possesso, il bando pubblico che verrebbe emanato prima del mese luglio riguarderebbe solo parte dei terreni comunali: quelli per i quali è già stata avviata l’attività di ricognizione, da parte Polizia Municipale, dell’ufficio tecnico e dell’ufficio patrimonio del Comune di Mistretta, e sui quali è stata accertata la non occupazione materiale e verificato che sui medesimi fondi non gravino domande presentate presso enti e/o organismi regionali, statali e comunitari.

Il risultato di lavoro attento e scrupoloso, quello avviato e coordinato dai Commissari prefettizi, che ha presto portato a risultati eccellenti, superando tutte le aspettative. Risultato dal quale si evince il ruolo fondamentale degli Uffici comunali che hanno dimostrato di saper lavorare in piena sinergia superando qualsivoglia tipo di ostacolo e vincendo la farraginosità della macchina burocratica. Se è vero, com’è vero, quanto ci è stato rivelato: che i bandi per l’affidamento dei terreni comunali verranno emanati entro il prossimo 30 giugno, arrivano le prime concrete risposte ai cittadini (nel caso specifico per gli allevatori) ai quali, da chi fa “politica”, finora, è stata data importanza esclusivamente nelle occasioni del voto amministrativo o politico, e per i quali, sino a questo momento, non si è fatto altro che complicare inutilmente situazioni semplici e semplificare, tendenziosamente, problematiche complesse.

Leggi anche:  Decadenza dei sindaci, Comune di Mistretta si spacca anche sull'Anci