giovedì - 16 agosto 2018
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Organizzata del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

Il Comune di Tusa aderisce all’iniziativa “Spiagge sicure –Estate 2018”

0
condivisioni

Era presente anche il sindaco di Tusa, Luigi Miceli, alla riunione svoltasi lo scorso mercoledi, presso il salone biblioteca della Prefettura di Messina, organizzata dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocata dal Prefetto di Messina, Maria Carmela Librizzi, per esaminare, con particolare riferimento alla stagione estiva appena incominciata, le misure da porre in essere per migliorare la vivibilità dei centri storici e delle località turistiche rafforzando, altresì, la percezione di sicurezza.

L’incontro, che si colloca nell’ambito dell’iniziativa “Spiagge sicure –Estate 2018”, promossa dal Ministro dell’Interno allo scopo di prevenire e contrastare l’abusivismo commerciale e la contraffazione, ha registrato la partecipazione, oltre che dei vertici delle Forze di Polizia, dei Comandanti le Capitanerie di Porto di Messina e Milazzo, dei sindaci di Messina, Taormina, Giardini Naxos, Letojanni, S. Teresa di Riva, Milazzo, Capo d’Orlando, Oliveri e Lipari e delle Associazioni rappresentative dei settori produttivi, così da conseguire la più ampia condivisione delle iniziative e delle misure occorrenti a contrastare un fenomeno che, come è noto, il fenomeno si accentua nella stagione estiva, in specie nelle località marittime, nei centri storici ed in occasione dello svolgimento di fiere e manifestazioni di pubblico spettacolo.

In questo contesto e in vista del periodo più intenso della stagione estiva, si è inteso dare un forte e rinnovato impulso all’azione di prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione dei prodotti, in particolare lungo gli arenili, attraverso sinergie sempre più strette fra i diversi attori coinvolti. In tale prospettiva, nel corso dell’incontro il Prefetto ha richiamato l’attenzione sulla necessità di avviare apposite iniziative che assicurino:

– l’intensificazione dell’attività di contrasto alla filiera dell’abusivismo commerciale e della falsificazione dei prodotti, da demandare in via preminente alla Guardia di Finanza;

– la massima valorizzazione del ruolo delle Polizie Locali, in ragione delle specifiche competenze ad esse attribuite in materia di commercio e della capillare conoscenza del territorio;

– l’adozione di piani di intervento operativo che garantiscano un controllo diffuso e sistematico sugli arenili e sulle strade di accesso, anche con l’attivazione di mirati servizi interforze;

– l’adozione, da parte dei Comuni, di divieti di accesso e di vendita per gli ambulanti abusivi lungo gli stessi arenili e le aree immediatamente adiacenti;

 – l’attivazione di campagne di informazione e di sensibilizzazione dei cittadini sulle conseguenze derivanti dall’acquisto di merci contraffatte e sulle relative sanzioni.

Nel recepire tali indicazioni, e pur evidenziando le particolari carenze di uomini e mezzi da impiegare per l’espletamento delle attività come sopra sollecitate, gli Amministratori presenti

hanno assicurato l’adozione delle conseguenti iniziative di competenza ed hanno auspicato l’avvio di concrete sinergie tra Comuni limitrofi e Forze di Polizia così da conseguire l’ottimale utilizzo delle risorse disponibili.

 In tale prospettiva, il Questore ha subito preannunciato lo svolgimento di appositi “tavoli tecnici” che avranno il compito di individuare e coordinare operativamente i servizi da espletare in ambito provinciale, e che saranno resi con modalità differenziate in base alle diverse realtà territoriali ed alle differenti capacità di concorso delle Polizie locali.

Leggi anche:  Castel di Tusa, ritorna domenica il "Rito della Luce"

 

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l