I militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Santo Stefano di Camastra, nello scorso weekend, hanno effettuato una serie di controlli e perquisizioni per la prevenzione e la repressione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti.

Nell’ambito del mirato servizio hanno arrestato un 27enne, con precedenti di polizia, residente ad Acquedolci che trasportava 40 grammi di cocaina. Il giovane è stato sottoposto a controllo al casello autostradale di Santo Stefano dove, appena sceso dall’auto dove viaggiava, ha iniziato a dare sospetti, perché nascondeva qualcosa nelle tasche dei pantaloni. Al termine della perquisizione personale e del mezzo, gli sono stati trovati addosso cinque involucri sottovuoto pieni di cocaina, con l’indicazione, su ognuno, della quantità di droga contenuta.

Secondo gli inquirenti, la sostanza stupefacente, proveniente quasi sicuramente da Palermo, era destinata allo spaccio al dettaglio a Santo Stefano di Camastra e nella zona. La perquisizione, estesa alla casa del giovane, ha permesso di trovare altre due dosi di cocaina, che sono state sequestrate, assieme ai 480 euro che aveva in tasca, provento dell’attività di spaccio. L’uomo è stato pertanto portato in carcere e, dopo la convalida dell’arresto avvenuta la mattina dopo davanti all’autorità giudiziaria di Patti, è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Leggi anche:  Troina, arrestato un 23enne per detenzione e spaccio di marijuana