Finanziato il recupero del litorale di Capo d’Orlando. Ne dà notizia il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, alla guida della Struttura contro il dissesto idrogeologico, diretta da Maurizio Croce. E’ stata infatti pubblicata la gara da 330mila euro per il rifacimento del tratto di costa tirrenico gravemente deturpato dalle mareggiate dei mesi di maggio, giugno ed agosto dello scorso anno e da quelle, violentissime, del 23 e 24 febbraio scorsi.

Gli eventi atmosferici che hanno causato il crollo di un tratto della sede pedonale e veicolare e la scomparsa dell’arenile, oltre ai danni alla condotta dello scarico per le acque piovane del centro abitato.I lavori, che inizieranno ai primi di settembre, prevedono la realizzazione di due palificate lunghe trenta e venticinque metri. I tratti interessati sono quelli più vulnerabili da un punto di vista strutturale perché realizzati nel 1963: il primo sulla strada provinciale 47 ‘lungomare Andrea Doria’, il secondo vicino al borgo di San Gregorio. Il progetto prevede anche il consolidamento del versante con la ricostruzione di muri di sostegno. Nel primo tratto, inoltre, per proteggere la palificata dall’azione erosiva costiera, verrà edificata una mantellata costituita da una scogliera radente in massi naturali per una lunghezza complessiva di sessanta metri.

E’ iniziato stamattina l’intervento di ripristino dell’asfalto in metà carreggiata nelle strade che sono state interessate in questi mesi dai lavori per la canalizzazione delle linee elettriche, secondo gli accordi intercorsi tra la Regione Siciliana e l’Enel. La scarificazione e la posa di nuovo asfalto di una parte delle sede stradale interesserà il Lungomare Ligabue/Andrea Doria, la Via Libertà fino al quadrivio di San Martino, la via Tripoli e altre strade del territorio comunale.

Leggi anche:  Capo d’Orlando, sequestrati 290 mila prodotti non conformi

Intanto, oggi pomeriggio, verrà attuato un primo intervento nella zona adiacente la rotonda sotto il faro danneggiato dalla mareggiata del 23 e 24 febbraio scorsi. In considerazione del fatto che la Struttura Commissariale contro il dissesto idrogeologico ha fissato per il 15 luglio l’aggiudicazione della gara per i lavori di ricostruzione del muro e del cunettone per la raccolta delle acque piovane, l’Amministrazione Comunale ha affidato lavori per la sistemazione provvisoria del marciapiede e per consentire l’accesso alla spiaggia.

“L’intervento previsto dalla Struttura Commissariale inizierà a settembre – commenta il sindaco Franco Ingrillì ma è doverono garantire la fruibilità della spiaggia e la transitabilità del marciapiede durante il periodo estivo”.