Una frana in contrada San Basilio a Galati, nella zona sottostante all’acquedotto, verificatasi ieri pomeriggio, ha causato la chiusura della strada comunale che collega il Comune galatese ai di Longi e Alcara Li Fusi. Il tratto di strada, interessato dalla frana e con la conseguente caduta di massi, è stato subito transennato e al momento non possono transitare le auto, dirette nelle diverse abitazioni della popolata contrada di San Basilio. Il percorso alternativo è la Strada Provinciale n. 157 Galati Mamertino – Longi.  Molti sono stati i disagi soprattutto per i residenti e per i forestali, che operano in quelle zone.

Intanto il gruppo dei consiglieri comunali decaduti di Galati Mamertino accatta l’amministrazione comunale, guidata da Antonino Baglio. “Vista l’imponente frana che si é verificata in località serbatoio Bolo nella frazione San Basilio – scrivono in una nota gli ex consiglieri Calogero Barone, Davide Di Nardo, Giuseppe Drago, Federico Miceli e Antonella Trugliochiede all’amministrazione comunale: perché non ha utilizzato né il profilo del comune di Galati Mamertino né il sito istituzionale, per informare la cittadinanza sulla chiusura dell’intera via di collegamento San Basilio-Forte e campagne; che iniziative intende intraprendere per fronteggiare l’emergenza a breve e lungo termine; è stato predisposto un piano di prevenzione delle emergenze, considerato che quella chiusa rappresenta la via principale di collegamento nel caso di precipitazioni nevose (vogliamo ricordare che siamo a gennaio!); come verrà gestita l’erogazione dell’acqua e se sono disponibili numeri telefonici a cui i cittadini possono fare riferimento per avere informazioni ed altro. Cogliamo inoltre l’occasione per invitare l’amministrazione ad un corretto e costante utilizzo della pagina Facebook per tenere informati sempre i cittadini galatesi, non solo come spot per sagre di quartiere ed eventi legati allo spettacolo”.

Leggi anche:  Galati, mentre cerca quote rosa Baglio difende se stesso