Trasformare in un grande polmone verde lo Stadio di Galati Mamertino, storicamente chiamato Ducezio ma da qualche anno intitolato a Nello Parafioriti, giocatore della Mamertina (la squadra locale) scomparso prematuramente.

La proposta arriva da Calogero Emanuele, dirigente comunale e sindacalista: “Sul Campo sportivo di Galati dico quello che pensavo e dicevo già negli anni scorsi a partire dagli anni Ottanta: il Ducezio non serve più. Tenere così un campo sportivo al centro del paese, con mura di cinta (tipo carcere) e una tribuna – transatlantico oggi mi pare assai superfluo assurdo ed incomprensibile“.

E’ anche interessante il calcolo fatto da Emanuele: “Dal ‘90 ad oggi  sono stati spesi più di 3 milioni di euro  per interventi vari. In verità è stata fatta una costosa cortesia a progettisti e imprese: demolire, fare e rifare abbattere e ricostruire;
Si è rovinato un quartiere ed oggi c’è solo una sola squadra di calcio”.

La proposta è di investire su un altro campo di calcio, costruito in località margicampo e al servizio della squadra della frazione San Basilio: “Il campo di calcio di Margicampo è assai precario – dice Emanuele – e allora facciamo uno stadio importante lì a Margicampo. Ripeto: il Ducezio deve diventare un polmone verde con villa, giochi per bambini, campetti, tempo libero. Il problema merita una riflessione seria”.

Leggi anche:  Galati, crollato un immobile in Via Roma