Galati Mamertino – Sono stati necessari cinque anni di dibattimento per arrivare all’assoluzione di Salvatorino Fazio,  un 48enne operaio di Galati Mamertino,  imputato per stalking. L’uomo è stato assolto dal giudice del Tribunale di Patti Giuseppe Turrisi perché il fatto non sussiste. Ad accusarlo era stata l’ex convivente, la quale aveva denunciato minacce, pedinamenti ed ripetute vessazioni verbali o attraverso sms, di cui sarebbe stata fatta oggetto tra Gennaio e Settembre 2011, provocandogli un forte stato d’ansia.
Attraverso le testimonianze di numerosi soggetti tra cui vicini di casa, assistenti sociali e rappresentanti delle forze dell’ordine, la difesa dell’uomo, sostenuta dagli avvocati Nunziatina Armeli ed Enrico Giardinieri, è riuscita a dimostrare l’insussistenza delle condotte contestate.  I contatti tra Fazio e l’ex convivente, parte civile rappresentata dall’avvocato Pietro Paolo Vicario, si sarebbero limitati all’esercizio del diritto di visita che l’uomo aveva ottenuto per frequentare il figlioletto nato dalla loro relazione e di cui Fazio si è sempre preso cura. Il pubblico ministero Carlo Giorgianni aveva chiesto la condanna ad un anno.

Leggi anche:  "D'amore e di briganti", il nuovo libro di Cristiano Parafioriti