L’Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Nino Baglio, con il supporto delle Associazioni Locali Anspi e Pro Loco da il via al programma della Settimana Santa di Galati Mamertino, fitto di appuntamenti che consentono di poter rievocare momenti storici e tradizionali “fra memoria e devozione”.

“Passio Christi” l’appuntamento di sabato 24 marzo nella Chiesa del Rosario, con l’autorevole intervento  di Mario Sarica, curatore scientifico del Museo Cultura e Musica dei Peloritani per far rivivere rituali e canti di tradizione della Settimana Santa a Galati Mamertino e nei Nebrodi, per poi passare alla rassegna del patrimonio della statuaria presente nelle Chiese di Galati Mamertino affidatoa all’intervento di Don Vincenzo Rigamo e alle letture di esperienze locali legate alla tradizione affidate ad Antonietta Bontempo

Il tutto coronato dai canti della Passione. “Stabat Mater”, “Sarvi Rigina, “U Verbu”, “Lu venniri matinu” affidati agli artisti locali Antonio Smiriglia, Calogero Emanuele, Franco e Sebastiano Montagna, Pinello Drago.

Seguono gli appuntamenti della Domenica delle Palme con la processione, la “Cerca” del giovedì Santo, per chiudere con la storica e tradizionale processione del Venerdì Santo con i “Misteri della Passione e Morte di Cristo”.

La realizzazione del programma vuole essere un modo per rievocare e tramandare quelle tradizioni locali che meritano di essere consegnate alle future generazioni locali per non disperde un patrimonio tra sacro e profano di una Comunità che fonda le sue radici al periodo arabo-normanno.

“Appuntamenti – dichiara l’assessore Vincenzo Amadore  che offrono la possibilità di esaltare le peculiarità di una comunità, terra dell’arte enogastronomica dei Nebrodi, percorsi ed itinerari agro-pastorali oltre che depositaria dell’importante patrimonio artistico – culturale presente nelle chiese e nei musei del luogo”.

Leggi anche:  Galati, l'assessore Ippolito incontra i cittadini dei Nebrodi