giovedì - 29 giugno 2017
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

si svolgerà venerdì 16 giugno

Gli immigrati dello Sprar protagonisti di “Capo d’Orlando a colori”

Conf Stampa Sprar
0
condivisioni

Il Castello Bastione ospiterà venerdì 16 giugno lo spettacolo “Capo d’Orlando a colori”, una rappresentazione in teatro musica e parole, realizzata dallo Sprar (Sistema di protezione per Richiedenti asilo e rifugiati) di Capo d’Orlando nell’ambito di un progetto di sensibilizzazione e di integrazione sociale in occasione della “Giornata mondiale del rifugiato”.

Durante la conferenza stampa di presentazione, Beatrice Damiano, regista di “Capo d’Orlando a Colori” ha sottolineato come lo spettacolo sia stato realizzato in sinergia con l’Istituto Comprensivo 1 e con diversi professionisti, musicisti e ballerini, che si sono messi a disposizione per la buona riuscita dello spettacolo. 

Cono Galipò, presidente della Cooperativa Servizi Sociali che gestisce la struttura per richiedenti asilo, ha evidenziato come “le attività svolte all’interno dello Sprar, come appunto il laboratorio interculturale, non siano fini a se stesse ma mirate all’inclusione e alla integrazione”.

Il Dirigente Scolastico Rinaldo Anastasi, dal canto suo, ha sottolineato la caratteristica “multiculturale” dell’Istituto orlandino che “è frequentato da oltre 30 bambini figli di immigrati provenienti da paesi di tutto il mondo e pienamente integrati nelle attività didattiche ed extracurriculari della scuola”.

In rappresentanza del Comune di Capo d’Orlando, che è ente titolare del progetto Sprar, è intervenuto il Vicesindaco Andrea Paterniti che ha sottolineato l’importante ruolo rivestito dalla struttura di contrada Malvicino “capace di realizzare interventi innovativi di integrazione e cittadinanza attiva. L’obiettivo – ha affermato il Vicesindaco Paterniti – è quello valorizzare al meglio progetti come questo rivolti all’accoglienza e all’integrazione, in grado di produrre risorse importanti da spendere sul territorio”.

Allo spettacolo di venerdì, che avrà inizio alle 20,30, parteciperanno anche Salvatore Caliò e Agata Maiorana, campioni italiani di danza sportiva, il musicista Nino Milia e la scuola di danza Tersicore. Attesa anche la partecipazione straordinaria di Baba Sissoko, musicista  polistrumentista originario del Mali, uno dei maggiori esponenti di musica etnica e jazz.

0
condivisioni

Commenta con Facebook