Il Centro per l’impiego resterà a Troina. L’ufficio territoriale, che serve anche i Comuni di Cerami e Gagliano Castelferrato, non sarà spostato a Nicosia. Il Centro, che doveva restare aperto fino al 15 febbraio, non si trasferirà. La mobilitazione di tutto il Comune, con un fronte trasversale di maggioranza e opposizione, e i semplici cittadini che hanno raccolto le firme con una petizione, ha fatto fare retromarcia al Dipartimento Lavoro dell’Assessorato Regionale.

“Grazie alle interlocuzioni con il Dipartimento regionale del Lavoro e dopo settimane di incontri, proteste e sollecitazioni – dichiara il sindaco Fabio Venezia in una nota stampa –  siamo finalmente riusciti a scongiurare la chiusura di un importante servizio non solo per la nostra comunità e per i numerosi dipendenti dell’Oasi Maria Santissima, ma anche e soprattutto per l’intero territorio, che paga la penalizzazione dell’isolamento viario. Un sentito ringraziamento al direttore generale del Dipartimento regionale del Lavoro Francesca Garoffolo e al dirigente provinciale Filippo Camiolo per aver accolto la nostra richiesta”.

Il primo cittadino, sul suo profilo Facebook ha voluto anche ringraziare “tutti i cittadini che si sono mobilitati per evitare la chiusura, i Giovani Democratici, il gruppo “Troina in movimento” e la deputata regionale Elena Pagana per il loro supporto in questa importante battaglia, nella consapevolezza che l’unione fa la forza”.

“Il gruppo Troina in movimento, nel rappresentare la propria soddisfazione, ringrazia l’assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro, i responsabili dei centri per l’impiego di Enna e Nicosia, l’onorevole Elena Pagana, l’amministrazione comunale e quanti si sono prodigati per il mantenimento del recapito di Troina del “centro per l’impiego”. Commenta così in una nota il gruppo di minoranza “Troina in movimento”.

Leggi anche:  Allerta neve a Troina, sindaco chiude le scuole