venerdì - 22 settembre 2017
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Gravemente ferita la ragazza che viaggiava con lui

Incidente stradale a Mistretta, muore un trentaduenne di Nicosia

0
condivisioni

Un morto, un uomo e una ragazza ferita gravemente. E’ il bilancio dell’incidente avvenuto ieri mattina, intorno alle 10, sulla Statale 117, la Santo Stefano di Camastra Gela, a pochi chilometri da Mistretta. A perdere la vita un trentaduenne di Nicosia, Michele Ghidara. Gravemente ferita è rimasta, invece, la ragazza che viaggiava con lui. I due, originari di Nicosia, viaggiavano su una moto e, secondo quanto emerge dalla ricostruzione dell’accaduto, si stavano dirigendo al mare.

Dai rilievi fatti dai carabinieri, sul luogo dell’incidente, sembrerebbe che la moto sia andata a sbattere contro l’automobile, una Peugeot station wagon, che stava facendo inversione sulla statale: l’impatto per i due che viaggiavano sulla moto è stato devastante. Il giovane alla guida della motocicletta, impatta l’autovettura tra la ruota ed il paraurti anteriore sinistro, colpisce con la testa il montante, parte del parabrezza dell’auto, e sbalza facendo un volo di circa 20 metri, andando a sbattere, violentemente, la base cranica sull’asfalto, morendo sul colpo. La ragazza, trovando protezione nel corpo del giovane centauro, subisce in maniera molto più contenuto l’urto, finendo, comunque, impetuosamente, sul pavimento stradale, a qualche metro dall’autovettura, procurandosi diverse fratture, alcune scomposte, per tutto il corpo.

I danni fisici riscontrati all’autista della macchina, un anziano signore di 90 anni, sono stati un lieve trauma cranico  e una ferita lacero contusa, causate dall’impatto con il parabrezza. Incolume la moglie dello stesso che viaggiava seduta accanto a lui. I primi a giungere sul luogo dell’incidente e mettere in moto la macchina del soccorso, un medico del pronto soccorso e due infermieri che, casualmente, passavano da lì. Constatato che per il giovane centauro non ci fosse più nulla da fare, il medico allerta il 118 e dispone il trasferimento in ambulanza della giovane ragazza, all’ospedale di Mistretta. Stessa cosa per il novantenne che, in condizioni non preoccupanti, viene accompagnato al pronto soccorso del nosocomio cittadino con l’auto di un passante.

Leggi anche:  Strade statali 575 e 120, sindaci contro Venezia: "Ci aspettavamo una telefonata"

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile e i militari  della stazione di Mistretta che hanno immediatamente messo in sicurezza l’area, regolato il traffico e lavorato per ricostruire, nei dettagli, la dinamica dell’incidente. Con l’arrivo sul posto del medico legale e l’autorizzazione del magistrato di turno, dopo i rilievi di rito, è stato disposto il trasferimento della salma del giovane centauro nella camera mortuaria del SS. Salvatore. La ragazza dopo una serie di esami diagnostici è stata trasferita, con una certa urgenza, in elisoccorso, all’ospedale Papardo di Messina.

Loading the player...
0
condivisioni

Commenta con Facebook