martedì - 21 novembre 2017
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Fissato, a Castel di Lucio, il Pubblico Accertamento

La provola dei Nebrodi ad un passo dal DOP

0
condivisioni

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ha convocato per il prossimo 23 novembre, alle ore 17, presso il Teatro Martoglio in Piazza Castello, a Castel di Lucio,  un incontro, definito “di Pubblico Accertamento”, per la verifica del disciplinare di produzione e la relativa rispondenza ai metodi leali, per il riconoscimento nella categoria DOP della denominazione “Provola dei Nebrodi”, secondo quanto previsto dal  Regolamento (UE) n. 1151/2012 del parlamento europeo e del consiglio del 21 novembre 2012, sui regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari.

L’obbiettivo è quello di ottenere, per la provola dei Nebrodi, il riconoscimento di Denominazione di Origine Protetta, al fine di tutelarne il prodotto ma anche per beneficiare dell’indiscutibile valore aggiunto, perseguito dal “Consorzio del Formaggio Provola dei Nebrodi” che nel dicembre 2016 ha presentato istanza di riconoscimento, alla Regione Siciliana ed al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali,  chiedendone l’adesione ai regimi di qualità certificata. A seguito dell’istruttoria del Dipartimento regionale agricoltura, che ha espresso parere favorevole sull’istanza di riconoscimento, adesso tutto viene rimesso nelle mani del  Ministero delle Politiche Agricole che potrà avviare l’istruttoria nazionale.

La zona di produzione interessata dal disciplinare comprende 47 comuni delle province di Messina, Catania ed Enna. Il Presidente Piero Valenti ed i produttori del Consorzio del Formaggio Provola dei Nebrodi, invitano i comuni, le organizzazioni professionali e di categoria, i produttori e gli operatori economici del territorio di origine a partecipare. Così come la stampa, i mass media e gli Opinion Leader interessati.

Dopo i risultati conseguiti in quest’ultimo anno dalla Sicilia che ha ottenuto il via libera dall’Ue sull’ IGP Sicilia per l’olio extravergine, si è vista approvati, dal Dipartimento Regionale Agricoltura, i pareri di legittimità su Dop Aglio Rosso di Nubia, Dop Cappero delle Isole Eolie e Igp Cioccolato di Modica, adesso, con l’ottenimento per la provola dei Nebrodi del riconoscimento di Denominazione di Origine Protetta,  sembra essere giunto il momento tanto atteso le aziende e i territori siciliani che scommettono sulla qualità e la tracciabilità dei prodotti.

Leggi anche:  Provola dei Nebrodi, presentato a Taormina Gourmet consorzio di produttori

 

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l