Un iniziativa voluta fortemente dal deputato regionale Pino Galluzzo che in un incontro pubblico aveva promesso di far sua l’iniziativa per un ufficio condiviso per la Consulta dei Nebrodi, dalle parole si è passati ai fatti. I membri della Consulta dei Nebrodi infatti potranno da oggi entrare alla Regione Siciliana con un’ufficio per riunirsi, lavorare a iniziative e incontrare i vertici regionali avendo così un contatto diretto con le istituzioni. Il fine è quello di avvicinare le nuove generazioni alla cosa pubblica. Soddisfazione per il Presidente Alessandro Magistro che appena possibile organizzerà un incontro  in regione invitando tutti i componenti della Consulta dei Nebrodi a partecipare.

Leggi anche:  De Luca: "Non voglio distruggere il Protocollo Antoci"