Davanti ad una cornice di pubblico delle grandi occasione, la Stefanese gettando il cuore oltre l’ostacolo riesce nell’impresa di fare ritorno prontamente nel campionato di Promozione. La formazione del paese delle ceramiche ha saputo ribaltare la grande incertezza iniziale, quando in avvio di stagione era in forte dubbio la partecipazione al campionato stesso, ma con l’avvento del presidente Barberi le cose si sono rimesse a posto garantendo la partecipazione al campionato, ma mai nessuno aveva immaginato un simile epilogo.

Una lunga rincorsa che ha portato l’undici guidato dal giovane Dino Vaccaro a sfiorare addirittura la vittoria diretta, che invece è arrivata attraverso l’appendice dei play off, giocati entrambi davanti al pubblico amico, che nelle ultime due decisive sfide non ha fatto mancare il sostegno ai propri beniamini. La gara con la Supergiovane Castelbuono è stata affrontata sin dalle battute iniziali con il piglio giusto, fino a quando fiato e gambe hanno retto l’undici di casa ha tenuto bene il campo, non ha costruito tanto, ma ogni qualvolta si creavano delle situazioni di gioco interessanti erano dei seri grattacapi per la retroguardia palermitana.

A passare per prima sono i locali con Piazzese, che nel cuore dell’area avversaria con una zampata riesce a sbloccare gli equilibri in campo e fa esplodere il comunale. Con il gol di vantaggio, la Stefanese tira un pochino i remi in barca controlla il gioco degli avversari senza correre dei rischi. A metà della prima frazione la doccia fredda, sugli sviluppi di un tiro d’angolo Signorello salta indisturbato a centro dell’area piccola e trafigge il piplet locale. Ristabilita la parità, le due squadre tentano di superarsi a vicenda senza riuscirci nell’arco dei 90° minuti regolamentari per cui si deve far ricorso ai tempi supplementari. E anche in questo caso con delle azioni sporadiche le due squadre tentano di superarsi a vicenda, ma solo quando mancava l’ultimo giro di lancette di orologio, uno dei nuovi entrati Di Stefano si invola indisturbato verso la porta avversaria, si beve due difensori e gonfia la rete che sancisce la vittoria della Stefanese. Qualche secondo dopo arriva il triplice fischio del direttore di gara, che fa esplodere di gioia il comunale stefanese. Una vittoria che sa tanto di miracolo, di cui hanno gioito anche i due angeli speciali, che da lassù hanno aiutato la squadra a superare i momenti difficili nell’arco della stagione, fino a coronare questo bellissimo sogno chiamato Promozione!!!

Leggi anche:  A Santo Stefano di Camastra il Trinacria Games 2019