Lancio di sassi dal cavalcavia sulla A20 Palermo-Messina: la polizia stradale ha arrestato due diciassettenni. Il reato di cui sono accusati è tentato omicidio. I due ragazzi sono stati sorpresi intorno alle 3.30 a lanciare sassi dal cavalcavia sulla A20, vicino Milazzo, al km 39+540. Da giorni i poliziotti erano impegnati in servizi di controllo del territorio, potenziati dopo altri episodi simili registrati su tutto il territorio nazionale e che nel torinese hanno portato alla morte di una donna. E stanotte gli agenti della stradale hanno individuato i due diciassettenni. Hanno cercato di allontanarsi dal cavalcavia, ma sono stati raggiunti e arrestati.

I minorenni avevano già colpito un’auto in transito: una lastra di cemento di quelle usate per la copertura dei canali di scolo delle acque piovane è piombata sul parabrezza, ha frantumato il parabrezza, ammaccato il cofano e sfondato la mascherina anteriore dell’areazione posta nel paraurti, dove è rimasto in parte incastrato. I detriti causati dall’impatto hanno danneggiato altre auto in transito ma, fortunatamente, nessuno ha riportato lesioni. Solo una grande paura. I due diciassettenni, su disposizione dell’autorità giudiziaria, sono stati trasferiti in un centro di prima accoglienza per minori.

Leggi anche:  Messina, Enoteca provinciale: sabato si parla di vino in Italia e nel mondo