Un protocollo d’intesa con la Cina per esportare non soltanto i prodotti siciliani ma l’identità della Sicilia. Dopo due anni di lavoro l’OPAN, l’Organizzazione Prodotto Allevatori Nebrodi, si è fatta promotore di un accordo fra la Cina e la Regione Siciliana per facilitare l’export siciliano in Estremo Oriente.

L’accordo, attivo da subito, è stato sottoscritto ieri fra il presidente della Camera di Commercio e delle Dogane cinese e l’Assessore alla Agricoltura della Regione Edy Bandiera. Prevista anche la firma con l’Assessore regionale alle Attività Produttive Mimmo Turano per lo sviluppo tecnologico delle imprese siciliane in Cina.

Grazie al protocollo verrà attivata una AB presso la zona franca di Shanghai, senza dazi dogali, e uno showroom, che si chiamerà ‘identità siciliana’, su una delle vie più prestigiose di Shanghai dove verranno esposti gratuitamente i prodotti Siciliani. Previsto anche un ufficio di disbrigo pratiche per le aziende interessate all’ esportazione dei propri prodotti per interloquire direttamente con gli uffici di Presidenza della Dogana Cinese. Gli uffici dell’Opan a Caprileone si occuperanno di fare da tramite fra le aziende e l’ufficio dogale cinese. 

“Un grazie particolare va all’assessore Bernardette Grasso senza la quale non avremmo potuto attivare velocemente il percorso – commenta a Nebrodi News il presidente dell’OPAN Giuseppe Frusteri -. Ringrazio anche l’assessore Edy Bandiera che ha creduto sin da subito in questa iniziativa. I nostri uffici si attiveranno da subito per rendere operativo il protocollo iniziando ad accogliere le adesioni delle varie aziende siciliane interessante e a proporle ai partner Cinesi. Sono anni che si sente parlare di protocolli di intesa con la Cina ma mai alcun prodotto è stato esportato attraverso questi protocolli. Finalmente parliamo di cose concrete”.

Leggi anche:  Associazione Nebrodi lancia iniziative in difesa del nocciolo