Un intervento per affrontare alcune gravi criticità a Limina. E’ quello previsto dalla Struttura commissariale contro il dissesto idrogeologico nell’Isola, guidata dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. E’ stata infatti finanziata, con un importo di gara di 164 mila euro, la progettazione per il consolidamento della strada provinciale 12, in prossimità della via Martiri di Bologna e a monte della via Roma, in una zona R4 ossia ad elevato rischio idrogeologico, a difesa del centro abitato e degli impianti sportivi. L’area presenta una frana complessa che, a causa delle infiltrazioni delle acque meteoriche, potrebbe mettere a rischio alcune parti del versante, già compromesso a causa di cedimenti che si sono verificati negli ultimi anni. Le opere di sostegno si sono lesionate e non garantiscono la piena sicurezza e l’incolumità dei residenti.
L’intervento, predisposto dagli uffici diretti da Maurizio Croce, prevede il contenimento statico – muri di altezza variabile su micropali con tiranti – e il contrasto alla infiltrazione verso valle delle acque attraverso un sistema di raccolta, regimentazione e drenaggio con tubazioni e canali semicircolari in acciaio ondulato. Saranno eseguite anche opere di risagomatura del versante con la ricostruzione delle vecchie armacere e l’integrazione con gabbioni metallici riempiti di pietrame. Per ridurre l’impatto ambientale, infine, le pareti in cemento armato saranno rivestite con elementi in pietra naturale locale e muri a secco.

Leggi anche:  Numero unico per l’emergenza 112, servizio attivo in provincia di Messina