È uno dei simboli delle incompiute italiane: si tratta della strada provinciale Agira – Gagliano Castelferrato, nel dettaglio di duecento metri di strada necessari per collegare la zona interna della provincia di Enna che da dieci anni sono in fase di realizzazione. Un paradosso siciliano e italiano che ha arrecato danni ingenti al territorio. La Cisl e la Filca hanno organizzato per domani una giornata di mobilitazione per chiedere che si completino i lavori.

“Vorrei ma non passo” è il titolo scelto dal sindacato confederale e da quello di categoria, per questa manifestazione che inizierà con un presidio alle 9,30 sulla strada provinciale 22 Gagliano – Agira e proseguirà dalle 11 nell’aula consiliare del Comune di Gagliano Castelferrato.

Sono in programma, approfondimenti, una tavola rotonda e un dibattito, al quale prenderanno parte: l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, il segretario nazionale della Filca Cisl, Stefano Macale, Emanuele Gallo e Carmela Petralia rispettivamente segretario generale e componente di segreteria di Cisl Agrigento Caltanissetta Enna), Paolo D’anca e Franco Iudici, segretario generale della Filca Cisl Sicilia il primo e il secondo segretario generale di Filca Cisl Agrigento Caltanissetta Enna, oltre che vari rappresentanti delle istituzioni locali.

Leggi anche:  San Piero Patti, Piccirillo nuovo comandante della stazione dei carabinieri