L’Università di Messina ha sottoscritto il contratto per l’affidamento dei lavori relativi al restauro conservativo e al consolidamento dell’ex Biblioteca regionale.

Un’opera resa possibile grazie all’intervento del vicepresidente della Regione siciliana e assessore all’Economia, Gaetano Armao, che, previa convenzione siglata nel febbraio scorso dall’Ateneo e dal Governo regionale, nel giro di tre mesi ha impresso un’accelerazione ad una annosa vicenda, restituendo all’Università il pieno ed esclusivo possesso della struttura e confermando il parziale finanziamento dei lavori con circa un milione di euro.

Il Rettore, professore Salvatore Cuzzocrea e l’assessore Armao hanno espresso piena soddisfazione per il raggiungimento di questo obiettivo, frutto della preziosa sinergia tra Università e Governo regionale.

“I lavori consentiranno alla prestigiosa Università e alla città di Messina di avere una nuova biblioteca, un centro di irradiazione culturale e di memoria, perché come diceva M. Yourcenar ‘aprire biblioteche è un po’ come costruire ancora granai pubblici: ammassare riserve contro l’inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire’”, ha detto il vicepresidente Armao.

Leggi anche:  Tortorici, per Istituto tecnico pagati 1.700 euro d'affitto a studente