Grandi emozioni venerdì alla Sala Consiliare del Comune di Acquedolci durante la premiazione dei centisti dell’anno scolastico 2018/2019. Alla manifestazione, giunta alla sua terza edizione, era presente il presidente della Regione Siciliana Nello Mucumeci che ha impreziosito la serata dedicando ai ragazzi, presentati dal Sindaco Alvaro Riolo nel suo intervento come “l’oro di Acquedolci”, parole d’affetto, di incoraggiamento e molti complimenti.

Nel suo discorso, inoltre, il Presidente ha parlato della difficile situazione in cui si trova la nostra Regione e ha ricordato come oggi più che mai bisogna rimanere uniti e insieme, ognuno nel suo campo e per quello che può, dare la spinta alla Sicilia per rialzarsi ancora una volta e più forte di prima. Tanti gli spunti di riflessione nelle sue parole quando ha parlato della politica “arte nobile”, sconfessando chi ne parla invece come “cosa sporca”, perché “sporche sono alcune persone che la praticano”. 

Ospiti della serata anche le autorità civili e militari dell’hinterland. Sono intervenuti il Dirigente del Liceo Sciascia-Fermi Prof.ssa Lara Bollaci, il professore Di Giorgio, l’ex consigliere comunale Lombardo che ha letto parti del discorso del primo sindaco Prof. Mazzullo, e la soprano Felicia Bongiovanni, che ha allietato i presenti eseguendo un’aria tratta dalla Cavalleria Rusticana, accompagnata da due bravissimi giovani musicisti, che hanno poi suonato anche un altro brano eseguito brillantemente da Gloria Salerno e Irene Antoci.

Toccante il passaggio in cui una studentessa di fede musulmana ha fatto dono al Presidente della Regione di un quadro raffigurante San Giuseppe nella sua falegnameria con accanto Gesù. La premiazione degli 8 ragazzi è stato poi il finale perfetto, un momento di grande commozione e orgoglio per i loro parenti presenti in sala.

 

Leggi anche:  Finanziaria, buone notizie per precari e Comuni virtuosi