Si interviene a Naso per il consolidamento dell’area a monte della strada statale 116 e del centro abitato in località San Giuliano, caratterizzata da evidenti e profondi fenomeni erosivi che espongono a gravi rischi sia l’importante arteria viaria, sia i fabbricati all’ingresso della città. A darne notizia il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, alla guida della Struttura contro il dissesto idrogeologico. E’ stata infatti finanziata la progettazione esecutiva che consentirà il riordino morfologico e idraulico del versante, grazie a strutture flessibili e canali per la regimentazione delle acque bianche. Verrà, altresì, realizzato un muro di sostegno alla base della scarpata e collocate delle gabbionate lungo il profilo dei terrazzamenti, a protezione della strada che collega Randazzo a Capo d’Orlando, all’altezza del tratto al chilometro 54,400, chiuso dall’Anas nello scorso mese di maggio, per motivi precauzionali a causa di una frana. Una decisione obbligata con pesanti disagi per gli utenti, costretti a utilizzare la viabilità comunale.

Leggi anche:  A Naso il focus group dell'area interna dei Nebrodi