martedì - 23 ottobre 2018
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Una tradizione ultra trentennale

Nicosia, al via i preparativi per il “Presepe Vivente 2018”

0
condivisioni

Una tradizione ultra trentennale che risale alla metà degli anni 80, il Presepe Vivente organizzato dai Frati Cappuccini di Nicosia nel tempo si è ampliato, ha avuto alti e bassi, ma ha mantenuto sempre la stessa caratteristica di spiritualità che lo ha contraddistinto in tutti questi anni.

Inizia da settembre l’organizzazione del Presepe Vivente edizione 2018, quest’anno i Frati Cappuccini, insieme all’Ordine francescano secolare di Nicosia hanno voluto rimarcare la tradizione di questo evento  riportandolo nel solco dei racconti sacri, rappresentando semplicemente la Natività così come descritta nei vangeli.

Non sarà però un’edizione in tono minore, ma un’organizzazione imponente ed in grande stile e per questo motivo i Frati Cappuccini hanno richiesto la collaborazione delle associazioni di Nicosia, così come è avvento negli ultimi tempi con altre manifestazioni di successo.

Il 17 settembre il convento dei Cappuccini di Nicosia ha ospitato la prima riunione operativa, con la presenza di padre Luigi Saladdino, guardiano del convento, nel ruolo di coordinatore tra le diverse associazione e volontari. Hanno partecipato i presidenti ed i soci della Confcommercio, Dacosa Nascecosa, Federcasalinghe, Filodrammatica Girasole, Fraternitas San Felice, Moica, Movimento per la Difesa dei Territori, Pro Loco e TeleNicosia.

Ogni associazione avrà un ruolo all’interno dell’organizzazione, dalla logistica, ai costumi, recitazione, scenografie, promozione, vendita dei biglietti, la sicurezza sarà affidata al coordinamento dei due volontari Giovanni Scandura e Giuseppe Scarlata.

Durante il primo incontro è stato presentato il copione dell’edizione del Presepe Vivente 2018, dal titolo “La notte di Natale”, scritto da Francesco Scarlata. Si tratta di una rappresentazione itinerante e recitata, nella quale gli spettatori saranno proiettati attraverso nove quadri e tredici scene nelle vicende descritte nei vangeli che portarono alla nascita di Gesù.

Leggi anche:  Bandiere Blu, tra le new entry c'è la spiaggia di Tusa

Stabilite le date delle rappresentazioni che avverranno il 26, 27 e 28 dicembre e presumibilmente sarà aggiunta una quarta data, il 29 dicembre, in base alle prenotazioni ed alla media degli spettatori che hanno assistito alle rappresentazioni degli anni scorsi.

Alto è lo spirito di collaborazione tra associazioni e volontari per l’ottenimento di un risultato che sia all’altezza o superiore alle precedenti edizioni.

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l