Le Fiamme Gialle di Nicosia, a seguito di una complessa attività d’indagine diretta dal Comando Provinciale di Enna, ha sequestrato uno studio dentistico completo di sala d’attesa, poltrona da lavoro, materiale medico e strumenti, per un valore complessivo di circa 100mila euro a Nicosia.

Destinatario del provvedimento è un uomo che esercitava illegalmente l’attività di dentista, ora indagato per esercizio abusivo della professione medica. Nel corso delle indagini, nell’ambito dell’operazione denominata ‘Golden tooth’, è stato accertato che l’uomo non fosse iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri e che non avesse conseguito i titoli necessari.

L’uomo inoltre esercitava la professione in una totale evasione di imposta in quanto il falso dentista è risultato sconosciuto al Fisco dal 2009. Dopo una ricostruzione dei compensi ricevuti durante la sua attività di studio, e non dichiarati al Fisco, i militari hanno segnalato all’Agenzia delle Entrate un reddito per un ammontare di circa 600 mila euro.

Leggi anche:  Castel di Lucio, denunciato un uomo per detenzione illegale di munizioni