Blitz notturno da parte degli uomini dell’Ufficio Locale Marittimo di Santo Stefano di Camastra, coordinati dal comando della  Guardia costiera di Sant’Agata di Militello che, nell’ambito degli interventi funzionali atti a garantire il rispetto delle regole sull’arenile e sull’intera area demaniale interna al centro urbano di Castel di Tusa, frequentatissima meta turistica, hanno effettuato un intervento di bonifica sequestrando ombrelloni e lettini posizionati sull’arenile dal tramonto all’alba, in violazione della vigente ordinanza balneare.

L’abitudine, vietata, appunto, dall’ordinanza balneare e dallo stesso codice della navigazione, di lasciare gli ombrelloni e arredi da spiaggia dopo il tramonto, aveva già generato delle proteste tra turisti e residenti. Il materiale recuperato, secondo il le procedure previste dalla legge, è stato confiscato.

 

Leggi anche:  Coinvolto un CAA di Cesarò nella truffa all'Ue sui fondi per l'agricoltura