Davanti ai Giudici del Tribunale di Patti ha ammesso gli addebiti, patteggiando una pena di 6 mesi, con la sospensione condizionale, ed è stato rimesso in libertà, il 41enne di Reitano che, lo scorso sabato, era stato sorpreso, in flagranza di reato, dai Carabinieri del Nucleo Operativo del Comando Compagnia di Mistretta, mentre sottraeva energia elettrica alla rete utilizzando un cavo bipolare collegato abusivamente alla rete Enel, per rifornire il proprio casolare nei pressi del centro cittadino di Reitano.

Leggi anche:  Gioiosa, minaccia la moglie e la ferisce. Arrestato