Ordine di carcerazione eseguito dalla Polizia di Stato per il piromane che nel 2007 causò l’incendio che uccise tre persone. poliziotti del Commissariato di P.S. di Patti hanno dato esecuzione al provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica di Patti nei confronti di Mariano La Mancusa, 43enne di Patti.

Fu lui ad appiccare il fuoco nell’agosto del 2007 in località San Cosimo. L’incendio divampò violento su bosco e sterpaglie propagandosi rapidamente, il forte vento di scirocco fece il resto. Le fiamme raggiunsero la contrada Litto sino l’area agrituristica nota come “Rifugio del Falco”, dove morirono tre persone ed altre 13 riportarono lesioni.

Le indagini condotte dagli operatori di polizia fecero luce sui fatti e sui responsabili. La Mancusa, riconosciuto colpevole con sentenza passata in giudicato, è stato trasferito presso la casa circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto dove dovrà scontare una pena di 5 anni e 4 giorni di reclusione. 

Leggi anche:  Squadrone Cacciatori sui Nebrodi: perquisizioni e controlli nelle masserie