Duecentomila euro per i Comuni siciliani che hanno presentato i “Piani amianto”. Lo prevede la Regione Siciliana con un decreto della Protezione civile, che ha approvato la graduatoria relativa al bando pubblicato nel luglio scorso, in attuazione di una norma contenuta nella Legge di stabilità.

Sedici gli Enti locali interessati che grazie al finanziamento potranno procedere alla rimozione e allo smaltimento di manufatti contenenti il pericoloso minerale. Sui Nebrodi 4 i Comuni: Capo d’Orlando, Ucria, Floresta e Santa Domenica di Vittoria. In provincia di Messina finanziati Furci Siculo, Nizza di Sicilia e Mojo Alcantara. 

“La Sicilia – evidenzia il presidente della Regione Nello Musumeciè indietro nella bonifica e l’ottanta per cento dei Comuni è senza strumenti di pianificazione in merito. Il mio governo è sensibile a questa tematica, tanto che abbiamo riattivato il Piano regionale, sospeso dal 2016, e istituito un Tavolo tecnico per l’attuazione della legge regionale 10 del 2014. Le risorse a disposizione non sono elevatissime, ma spero che questo finanziamento possa essere da stimolo per gli altri Enti locali ad adeguarsi”.

 

Leggi anche:  Impianti sportivi, sui Nebrodi fondi per 1 milione e 800 mila euro