martedì - 23 maggio 2017
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Attivate le unità comunali di protezione civile

Piromani e scirocco mettono in ginocchio i Nebrodi

1340460223808.jpg--incendi_vigili
0
condivisioni

Pomeriggio di paura sui Nebrodi a causa di numerosi incendi che si sono sviluppati per via dolosa. Il vento di Scirocco non ha poi aiutato nelle operazioni di spegnimento. Nei giorni scorsi la protezione civile aveva diramato un’apposita allerta riguardo il rischio incendio, viste le previsioni, poi confermate, di forte vento di scirocco.

Le fiamme hanno interessanto il versante di Castell’Umberto, in località Colamarco, e quello di Caronia e tra Mistretta e Reitano, ma questo rogo è stato domato, mentre un vero e proprio inferno si è scatenato nel tardo pomeriggio a Naso, in particolare in contrada Malò. Le fiamme, sprigionatesi da località Tre Archi e sospinte dal forte vento di scirocco, hanno rapidamente risalito il costone giungendo sino alla popolosa frazione di Malò. Minacciare numerose abitazioni, con grossi danni ad alcune di esse. Ordinata l’immediata evacuazione delle case. La gente si è riversata per la strada.

Il sindaco Domenico Letizia ha ordinato l’evacuazione di case. “Con il buio – dice Letizia – i mezzi aerei non possono operare. Le folate di scirocco spingono le fiamme su più fronti e non sappiamo come intervenire. Mi dicono che qualche casa è stata raggiunta dal fuoco, anche se non l’ho visto con i miei occhi. Al momento non ci sono feriti e le vie di fuga dall’abitato sono accessibili”.

Due incendi hanno interessato anche la parte alta di via Trieste a Brolo ma sono stati prontamente spenti dalla protezione civile comunale.

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l