lunedì - 15 ottobre 2018
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

La Lega Nazionale premia la Società con la Coppa Disciplina

Polisportiva Città di Mistretta campione regionale di fair play

0
condivisioni

Non poteva mancare la ciliegina sulla torta allestita per festeggiare la strepitosa stagione agonistica della Polisportiva D. Città di Mistretta. Con l’ultimo comunicato stagionale il Comitato Regionale Sicilia della Lega Nazionale Dilettanti, ufficializza formalmente, alla società calcistica nebroidea, non solo la promozione al campionato di Prima Categoria, ma anche il riconoscimento sportivo di “campioni di fair play” per  atleti e dirigenti che hanno partecipato al campionato di Seconda Categoria, girone C, 2017/2018, assegnando loro la meritata “Coppa Disciplina”.  Un prestigioso riconoscimento conquistato  grazie alla volontà, all’impegno e alla dedizione dei ragazzi e al lavoro degli allenatori (Andrea Filetto e Salvatore Amato) e di tutta la Dirigenza. Un premio che segna non solo il lavoro svolto sotto il profilo tecnico dei ragazzi, ma soprattutto l’aspetto educativo che a questi livelli rappresenta un valore aggiunto.

Ogni anno, durante l’intera stagione agonistica vengono registrati tutti i provvedimenti disciplinari intrapresi, verso i giocatori, gli allenatori, i dirigenti e la società stessa. Ogni provvedimento ha un peso ed un punteggio diverso che viene comunicato alla delegazione Figc che organizza il campionato. Al  termine della stagione la delegazione o il comitato riepiloga i dati trasmessi dagli arbitri e stila la graduatoria per l’assegnazione della “Coppa Disciplina”. La rappresentativa calcistica Città di Mistretta, con il punteggio di 9,05 di penalità, per la stagione 2017/2018, è risultata la squadra più corretta, in assoluto, della Sicilia.

Una stagione strepitosa, dunque, che ha visto protagonisti anche singoli settori giovanili della Società nei rispettivi campionati, tra cui gli Allievi che si sono aggiudicati il campionato provinciale e i Giovanissimi che sono arrivati fino a disputare la finale provinciale. Persa. Centinaia di sostenitori  che, con passione, hanno dato esempio e restituito valore ai termini: tifo, comunità, colori, cori, spirito di squadra, lealtà, competizione, corsa, vittoria, sconfitta. Il tutto nei 90 minuti delle rispettive gare. Esempio di rispetto delle regole, anche in gruppo, dal quale emerge il profondo significato del concetto  “fare squadra”.

Leggi anche:  Cestistica Torrenova, Capitan Arto: "Vogliamo un 2018 importante"

“Quest’anno è stato davvero memorabile e questo grazie ad un gruppo eccezionale – afferma con grande soddisfazione  il  presidente della Polisportiva Città di Mistretta,  Antonino Sgrò Non abbiamo solo guadagnato la promozione al campionato di Prima Categoria e vinto la Coppa Disciplina, abbiamo riportato a Mistretta l’entusiasmo. Quell’entusiasmo  e quella passione calcistica coinvolgente che sembrava difficile recuperare quando, qualche anno fa, il “glorioso” Mistretta, che ho sempre sostenuto, per problematiche di carattere economiche, ha dovuto rinunciare ha partecipare alla meritata competizione Regionale di Promozione, ripartendo dal campionato di Terza Categoria. Siamo caduti, ma  ci siamo rialzati più forti e determinati di prima, senza aiuto alcuno da parte delle Istituzioni, centrando due obbiettivi in altrettanti stagioni –continua Sgrò – grazie, anche, al sostegno dei tifosi ai quali esprimo gratitudine per le manifestazioni di affetto, il calore e l’incitamento nei confronti della società e dei calciatori.  La Società si è già rimessa in moto. Sta iniziando a lavorare per il prossimo campionato che, chiaramente, si presenta più impegnativo e difficoltoso sotto tutti i punti di vista, principalmente,  sotto il profilo gestionale – conclude il presidente della Polisportiva Città di Mistretta – considerato che stiamo valutando l’ipotesi di andare a giocare le partite nei campi di  Santo Stefano o di Pettineo, per via di una convenzione, per la gestione degli impianti sportivi, tra Società e Comune di Mistretta, che non viene mai formalizzata e ci siamo stancati di rincorrere”.

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l