Procedono  speditamente le attività necessarie e propedeutiche al completo avvio di tutti i cantieri relativi alla realizzazione del porto turistico di Santo Stefano di Camastra e degli accessi viari ad essa connessi. E’ stato sottoscritto oggi con la società veneta, FM Ingegneria, il contratto relativo alla realizzazione della progettazione esecutiva della viabilità lato est  finalizzata alla realizzazione di un facile accesso a mezzi ed auto provenienti dal lato Messina con innesto all’altezza della Zona Turisca.

Nella mattinata, subito dopo la stipula del contratto, è stato illustrato, alla presenza del Sindaco Francesco Re e del dirigente dell’area tecnica arch. Franco La Monica, il lavoro di progettazione sin qui svolto relativamente alle opere previste ed interconesse all’opera portuale principale. Tra queste la “Riqualificazione  dei  percorsi  pedonali e carrabili  esistenti  che  collegano il  centro  storico con  l’area  portuale”, la “Realizzazione di viabilità  in  ampliamento  ed ex  novo, il “Rifacimento del Pontile di Barche Grosse”, “la sistemazione ed ampliamento del Piazzale della stazione ferroviaria”.

Per il completamento della proposta progettuale e del successivo appalto delle opere si attendono le risultanze delle indagini geognostiche per la realizzazione delle quali è già stata avviata procedura di aggiudicazione ai sensi della normativa vigente. Il progetto di che trattasi, di importo pari a lavori per  Euro 10.500.000,00, fa parte delle sette “Opere di interconnessione al Porto Turistico, per la realizzazione delle quali è stato stipulato l’accordo interistituzionale ad aprile 2017 tra il Ministro per la Coesione Territoriale ed il Mezzogiorno, la Presidenza  della  Regione  Siciliana, l’Assessorato Regionale delle Attività Produttive, l’Assessorato Regionale Territorio e  Ambiente, l’Università degli  Studi  di Messina, la Città Metropolitana di Messina ed il Comune di Santo Stefano di Camastra.   

L’incarico affidato comprende anche  la riqualificazione e la rifunzionalizzazione dei tre accessi pedonali che da Porta Messina, dal cinema Glauco e dal Viale delle Palme dovrebbero collegare la passeggiata sita nel cuore del centro storico Stefanese con la realizzanda area portuale, attraverso il sottopasso che verrà realizzata nella nuova ed ampliata area del parcheggio adiacente lo scalo ferroviario che si estenderà sino ad arrivare agli attuali alloggi di proprietà delle Ferrovie dello Stato. In particolare detta area verrà, agevolmente collegata, in salita, direttamente con il centro storico tramite scale mobili.

I lavori di collegamento dell’area turistica portuale, con lo scalo ferroviario e tramite esso con l’Aeroporto Internazionale Falcone Borsellino oltre che con i vicini centri turistico-balneari di Cefalù e Campofelice, unico   esempio, nel suo genere, su tutto il territorio nazionale di facile ed efficiente interconnessione, prenderanno il via il 28 marzo. Risultano già appaltati  i lavori di costruzione e gestione dell’opera portuale, aggiudicata  la gara per la progettazione esecutiva della viabilità  lato Ovest. In fase ancora più avanzata e  quasi pronti per essere appaltati i lavori del nuovo  e potenziato impianto di depurazione , mentre per i lavori relativi alla realizzazione del sottopasso e dei soprapassi  ferroviari, necessari a collegare la viabilità pedonale con l’area portuale e l’area di parcheggio della Stazione ferroviaria, i correlati lavori,  già aggiudicati a cura di RFI, prenderanno il via entro la fine del mese.

Leggi anche:  Santo Stefano: educare alla legalità economica, la Gdf incontra gli studenti