Armati e con il volto parzialmente coperto hanno assaltato la filiale di una banca a Lipari. È accaduto ieri pomeriggio quando in tre hanno fatto irruzione nei locali del Monte dei Paschi di Siena in pieno centro.

Dopo un inseguimento per le strade dell’isola, i Carabinieri hanno arrestato Salvatore Galati, 31enne di Caltagirone, e Francesco Nicotra, 26enne di Catania, che nascondevano l’intera refurtiva, circa 23mila euro, in uno zaino, nascosta assieme a una pistola giocattolo. In serata è stato catturato anche il terzo fuggitivo sul lungomare di Canneto. Si tratta di Giuseppe Aiello, 56enne catanese, che aveva tagliato la barba per non farsi riconoscere e fornito un documento con diverse generalità.

I tratti somatici però corrispondevano e la perquisizione ha consentito di recuperare anche una seconda pistola priva di tappo rosso, utilizzata durante la rapina. I tre erano entrati in azione poco prima delle 15 di ieri: si sono finti clienti della banca prima di entrare in azione. Si sono fatti consegnare 16 mila euro dalla cassiera, quindi all’interno della sala dedicata ai versamenti di denaro contante hanno sottratto a un cliente 7 mila euro. Sono scappati con il bottino di 23 mila euro, facendo perdere le loro tracce tra la folla. E’ così scattata la caccia. Nella zona Canneto di Lipari i carabinieri hanno notato tre uomini le cui caratteristiche somatiche rispecchiavano grossomodo quelle dei rapinatori. Al tentativo di avvicinamento è partita la fuga, conclusa dopo un breve inseguimento.

Leggi anche:  Gioiosa Marea, due arresti per maltrattamenti ed estorsione