giovedì - 16 agosto 2018
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Il 53,2 % ha votato per il Sì

Referendum: San Marco D’Alunzio unica oasi proriforma in Sicilia

0
condivisioni

La notizia l’ha scovata il quotidiano La Repubblica: San Marco D’Alunzio è l’unico comune siciliano che ha promosso la riforma di Matteo Renzi. In pratica al referendum di domenica scorsa, in questo piccolo centro della provincia di Messina di poco più di duemila abitanti, il 53,2 per cento degli aventi diritto al voto ha avallato la riforma con un bel segno sul Sì della scheda elettorale. “Noi – ha spiegato il vicesindaco Alfredo Monici, che ha votato per il Sì – abbiamo lasciato libertà di scelta. San Marco, però, è sempre andato controcorrente”.

E l’assessore al Turismo Valeria Latino ha aggiunto: “Siamo sorpresi ma in paese c’è sempre stata una tradizione di centrosinistra”. Ma alla guida del Comune c’è oggi una coalizione composita, racconta Repubblica, della quale fanno parte esponenti di sinistra, di destra e persino vicini al Movimento Cinque Stelle come il consigliere Andrea Monici, che ha votato (ovviamente) per il No: “L’altra lista civica (quella che è all’opposizione ndr) – dice Monici – ha votato compatta per il Sì, mentre la nostra era divisa. Alla fin fine, visto che tre quarti degli esponenti politici era per il Sì, non è andata così male”.

Aggiornamento

Sulla questione interviene Orlando Latino, presidente del Comitato per il Sì a San Marco d’Alunzio che ha scritto a Nebrodi News: “Codesto risultato – scrive – è solamente figlio della campagna referendaria e delle iniziative pubbliche con la presenza del sub commissario del Pd per le province di Messina ed Enna Giuseppe Antoci del comitato per il SI composto oltre che da me da Rosalba Sansiveri, dal consigliere comunale  Sandro Blogna, da Nando Vitanza e da Basilio Nastasi. Per noi il risultato ottenuto non è stata una sorpresa poichè, il mix tra la credibilità del comitato e la sensibilità politica degli Aluntini ha prodotto la vittoria del SI. Purtroppo, come spesso accade, la vittoria ha cento padri”.

Leggi anche:  La nocciola dei Nebrodi, il tesoro custodito dalle donne
0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l