“Esprimo soddisfazione per l’approvazione del bilancio di previsione da parte del consiglio comunale, grazie al quale potranno essere avviati tutti gli interventi previsti nei programmi dell’amministrazione”, questo il commento dell’assessore al bilancio Antonio Scurria dopo il voto favorevole da parte della maggioranza al bilancio di previsione 2019/2021. 

“Sullo strumento di programmazione pesano purtroppo, gli oltre sei milioni di euro di debiti ereditati dalla passata gestione amministrativa che – prosegue Scurria – hanno costretto al ricorso al piano di riequilibrio per evitare il concreto rischio di dissesto finanziario.  Sono stati programmati i fondi per la redazione del PUDM (Piano Utilizzo Demanio Marittimo), della revisione del PRG, per l’informatizzazione delle pratiche edilizie mediante creazione di apposito sportello unico, per la segnaletica stradale, per interventi manutentivi alla condotta idrica e fognaria, al cimitero, allo stadio comunale (103.000 euro) e agli immobili pubblici (90.000 euro).  Programmati, inoltre – prosegue Scurria – tutti gli interventi di carattere sociale del distretto e a valere sui progetti finanziati con fondi europei. Sul fronte delle iniziative turistiche e culturali si segnala la previsione dello stanziamento di bilancio per il rinnovo della convenzione con la Pro Loco, scaduta nel 2013 e l’attivazione del servizio di vigilanza e salvataggio sulle spiagge libere per due mesi. Con senso di responsabilità e concretezza il consiglio ha respinto gli emendamenti strumentali della minoranza, molti dei quali non presentavano nemmeno i pareri favorevoli degli uffici sulla legittimità, ma puntavano solo a creare confusione, proponendo interventi di fatto inattuabili e prelevando i fondi destinati, invece, al servizio di vigilanza della spiaggia e per le manifestazioni estive. Continuiamo a lavorare, dunque, con l’impegno e la costanza che ci contraddistingue, lasciando ai responsabili (non rimpianti) della stagione politico-amministrativa più buia e fallimentare della storia santagatese le solite, inutili e confuse polemiche”.

Per i consiglieri di minoranza ci sono stati dei voti contrari espressi sugli emendamenti al bilancio previsionale 2019/2021 proposti dalla minoranza nella seduta consiliare di ieri 29 luglio 2019 e, nel contempo, il rammarico per la posizione di totale chiusura alle nostre iniziative portate in consiglioInfatti la maggioranza consiliare ha bocciato tutti gli emendamenti da noi presentati, emendamenti finalizzati a finanziarela prevenzione e le spese per i beni di consumo per il randagismo; le attrezzature per l’area balneare per soggetti disabili;  gli interventi di miglioramento e sostituzione delle panchine di Piazza Duomo e Vincenzo Consolola manutenzione per il sistema idrico integrato specie per le contrade; l’impianto di illuminazione c/a Calarco;  la bonifica dei pozzi delle contrade ove tuttora vige il divieto di potabilità dell’acqua.  Mentre gli stessi consiglieri di maggioranza, all’unanimità dei presenti, senza remore alcuno, hanno ritenuto di approvare il bilancio previsionale 2019/2021 con ricorso al piano di riequilibrio. Un bilancio non rispondente alle effettive esigenze dei cittadini ma piuttosto finalizzato a finanziare una convenzione con privati esterni per la gestione della attività nel settore artistico-culturale e ricreativo senza però preoccuparsi di un effettiva utilità della convenzione a discapito di interventi concreti  a tutela della disabilità,  per il ripristino del decoro urbano, per garantire la potabilità acquail funzionamento della rete idrica, assicurare la pubblica illuminazione alle contrade sprovviste e debellare il  randagismo.

Leggi anche:  Sant'Agata, rimodulate le tariffe per gli asili nido comunali