“L’amministrazione comunale di Sant’Agata Militello, sempre sensibile sulla tematica relativa alla tutela e salvaguardia dell’ospedale santagatese, punto di riferimento per la comunità del vasto hinterland nebroideo, ai fini del mantenimento dei servizi resi ai cittadini si è già determinata per l’impugnazione del decreto assessoriale di riordino della rete ospedaliera recentemente approvato che prevede, tra l’altro, la soppressione del punto nascita”.

Il sindaco di Sant’Agata Militello, Bruno Mancuso, replica con una nota ai consiglieri di minoranza che questa mattina hanno deciso di fare ricorso al Tar sulla rete ospedaliera“La formula scelta è quella del ricorso straordinario al Presidente della Regione, che deciderà nel merito sulla scorta del parere del Consiglio di Giustizia Amministrativa. Ciò consentirà dunque di contenere i costi per l’ente e di ottenere il pronunciamento da parte del massimo organo della giustizia amministrativa”.

Leggi anche:  Sant'Agata, interrogazione della minoranza sul mutuo per lo stadio Fresina