martedì - 21 novembre 2017
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Per il sindaco Sottile una "fumata grigia"

Sant’Agata, approvato bilancio: scongiurato scioglimento del Consiglio

0
condivisioni

Il consiglio comunale di Sant’Agata Militello ha finalmente approvato il bilancio, senza, tuttavia, approvarne l’immediata esecutività. Una “fumata grigia” – scrive il sindaco Carmelo Sottile che ironizza: “Approvato dopo 8 sedute ed in meno di “un ‘ora”, forse anche grazie all’ imminente inizio della partita della nazionale italiana, senza eccepire alcunché sui bilanci delle  partecipate pubblicati sui  siti istituzionali, un motivo quest’ultimo per il quale era stata rinviata la scorsa seduta del consiglio”.

Sarà dunque operativo soltanto dopo 15 giorni dalla pubblicazione all’albo pretorio del comune  della relativa delibera.
Nonostante dunque lo strumento finanziario sia stato approvato qualche giorno prima della data fissata dal commissario ad acta, pena lo scioglimento del consiglio comunale, è stata bocciata l’immediata esecutività della relativa delibera, che avrebbe, invece,  permesso che il bilancio fosse operativo  da subito. Dunque il bilancio, che a questo punto avrebbe potuto senz’altro essere approvato già il 18 ottobre scorso, perché non presentava alcuna criticità che ne giustificasse il rinvio, deve, purtroppo, scontare ulteriori 15 giorni dalla data della pubblicazione dilatando il periodo per l’applicazione  dell’esercizio finanziario e riducendo i tempi per l’esecuzione degli adempimenti  necessari da parte degli uffici.

Quindi la maggioranza opposizione approva un “suo bilancio”, essendo stato stravolto dagli emendamenti votati ed approvati che hanno apportato variazioni considerevoli rispetto a quanto previsto dalla proposta di bilancio approvato dalla giunta con delibera dello scorso 9 agosto. Nello specifico gli emendamenti approvati dall’opposizione hanno totalmente stralciato i mutui/finanziamenti del Credito sportivo per la riqualificazione dell’impianto sportivo di contrada Rosmarino (in atto con gli spalti non agibili per il pubblico) e dell’impianto del Palaterreforti, allocato quest’ultimo in una grande area disagiata ad alta densità abitativa popolare, e senz’altro da riqualificare e mettere in sicurezza, soprattutto al fine di salvaguardare la pubblica incolumità. È stata, pertanto, totalmente ridotta la programmazione del rimborso quota capitale ed interessi passivi dei nuovi mutui per annualità 2018 e 2019, con la riprogrammazione degli stessi sui debiti fuori bilancio che verrebbero incrementati di ulteriori 47 Mila euro circa per due anni rispetto ai già programmati 600 Mila euro.

Leggi anche:  Sant'Agata, ripulite le scritte dei vandali al "Baglio Saraceno"

Inoltre, sempre con l’approvazione degli emendamenti presentati, è stato ridotto l’avanzo vincolato di amministrazione di 79 Mila euro destinato ad investimenti quali interventi stradali (tra cui via Pace, Via Baldisseri, piazzetta Telegrafo e pubblica illuminazione) ed annullata la programmazione di 30 mila euro destinata invece alla banda musicale ed alla proloco per investimenti nell’ambito delle attività culturali e turistiche, che verrebbero così completamente azzerate (rassegna teatrale, attività natalizie ed altro) per essere invece utilizzate per rifinanziare il comune del progetto per il miglioramento della sicurezza stradale già previsto dalla giunta con un mutuo.  Nel campo delle attività culturali e turistiche una speranza potrebbe essere legata ai fondi della democrazia partecipata, di cui, però, ad oggi ancora la regione non ha proceduto all’assegnazione ai comuni.

Approvato un emendamento dall’opposizione che ha determinato la totale riduzione dell’avanzo vincolato dei proventi contravvenzionali di euro 54 mila euro destinato per corredo e casermaggio per agenti polizia locale, per il controllo della sicurezza urbana e stradale nonché per l’acquisto della video-sorveglianza ed altro . Tutto il resto rimane come proposto dall’Amministrazione eccetto una implementazione delle risorse destinate al Randagismo, peraltro non sufficienti a risolvere definitivamente il problema.

Al fine di giustificare l’approvazione dell’emendamento che riduce la previsione di spesa per esigenze e funzioni necessari per lo svolgimento delle attività dei vigili urbani, i consiglieri della maggioranza-opposizione avevano dichiarato, nella scorsa seduta di consiglio, che sulle stesse somme avrebbero fatto proposta di  variazione di bilancio successivamente ed  entro il mese di novembre.

“Stiamo “babbiando” con i problemi della città – commenta il sindaco -. Il consiglio comunale è organo di indirizzo e controllo economico finanziario ed il proprio verdetto è insindacabile!”

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l