domenica - 04 dicembre 2016
 
#noccioleti#Nebrodi#Galati Mamertino#Castel di Lucio#Calogero Emanuele
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

A Sant’Agata di Militello l’Italian Games Fest 2016

image
0
condivisioni

I gruppi Google Developer di Messina, Catania, Palermo, Gela e Reggio Calabria coordinati dal GDG Nebrodi hanno organizzato Italian Games Fest 2016 una conferenza dove si parlerà di sviluppo, design, business, marketing, ma anche di un po’ tutto quello che ruota attorno al mondo dei video games.
L’evento si terrà nella spendida location del Castello Gallego di Sant’Agata di Militello nella giornata di sabato 27 agosto dalle ore 9 alle ore 19.

L’evento è supportato ufficialmente da Google e rientra all’interno delle attività fatte dai Google Developer Group. Inoltre ha ottenuto il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Sant’Agata di Militello.

La conferenza sarà aperta da Salvino Fidacaro organizzatore e main manager del GDG Nebrodi sui numeri che si accostano ai videogame, durante la giornata è previsto anche l’intervento di Gino Zingales Alì, co-manager del GDG Nebrodi insieme agli oltre 16 speakers specializzati in diversi ambiti.

Fra gli interventi Alfredo Morrese e Michel Morabito di Google Italia, entrambi community manager per Google.

La conferenza prevede tre sezioni la prima Developer dove Aurelio La Ferla parla di 3D Modeling and Texturing, Filippo M. Vela e Giuseppe Di Girolamo parlano di Progettazione e sviluppo di un gioco Indie, Bruno Bellucci illustra Tango e l’esperienza di interazione con l’ambiente, Pietro Alberto Rossi parla di Android Game Advertising, Alessandro Labozzetta illustra l’Evoluzione del Game Design.

La seconda sezione, denominata Business, vede come relatori Daniele Vinci specialista di marketig che parla di Gamification Marketing e come Vendere Giocando, Gino Pappalardo avvocato che affronta gli aspetti legali tra Bitcoin e games.

Gli organizzatori hanno voluto aggiungere all’evento una sezione importante che valorizza il lavoro svolto dalle realtà locali italiane denominata Showcase uno spazio in cui sarà possibile far vedere le applicazioni sviluppate ed illustrare al pubblico presente l’attività svolta. “Pensiamo che la promozione del proprio lavoro sia fondamentale anche per accellerare il processo di networking e di sviluppo in un territorio, ancora arido, come è la Sicilia.”
Fra gli speakers dell’area showcase sono presenti: Edoardo Ullo, con l’esperienza giornalistica fatta dal Videogioco.com; Tiziano Lo Giudice gamification un’esperienza italiana “Io sono Pulito”; Ambra Bonaiuto, fra gli organizzatori, illustra le attività svolte da E-Ludo Lab tra Game Event e Formazione Made in Sicily; Luca Alba, Giuseppe Di Girolamo, Filippo M. Vela, Paolo Gallo di SSS che presentano Occultus Cabala Mediterranea avventura e mistero in Sicilia; Marco Molica con Game Tracker un social in un’app; Pietro Monacò con il progetto di un video games.

L’area dedicata allo showcase di videogiochi alla Italian Games Fest 2016, vuole essere un punto d’incontro di tutti coloro che si occupano di videogame nell’area del Mediterraneo.
Oggi siamo alla prima edizione, ma siamo sicuri che l’evento avrà un seguito visto la grande affluenza di partecipanti, come del resto la maggior parte delle attività/incontri organizzati dai Gruppi Developer Google.

0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l