Il 12 dicembre scorso ha riaperto a Sant’Agata Militello il Ristorante Ambrosia nei nuovi locali a due passi dal Duomo, in via Magenta 42 – 44. Il design è moderno e minimale in un ambiente elegante in cui spiccano arredi in legno ed elementi di design contemporaneo.

Era il 22 maggio 2013 quando Franco Agliolo decise di fare il grande salto e aprire il suo ristorante nel territorio del Parco dei Nebrodi. Aveva terminato gli studi all’Alberghiero e per tanti anni aveva fatto esperienze in Italia e all’estero. A Melbourne aveva imparato come si gestisce un’attività commerciale e a Capo Verde, in un Club Alpitour, aveva appreso come si lavora in team con 50 persone e quanto è complessa l’organizzazione di una grande cucina. Nel 2003, a Los Angeles lavora per quello che diventerà uno dei suoi maestri, Gino Angelini. Qui apprende le basi della cucina tradizionale che gli serviranno per creare un suo stile. Rientrato in Italia, continua la sua formazione con gli chef Vincenzo Cammerucci e Silver Succi. Nel 2008 arriva un’altra esperienza che segna il suo percorso a La Franceschetta di Modena, la sorella minore dell’Osteria Francescana di Massimo Bottura. Segue anche uno stage all’Osteria Francescana. A questo punto lo chef Agliolo si sente pronto per compiere il grande passo e investire nella sua meravigliosa terra, il Parco dei Nebrodi.

Il pensiero di fare qualcosa per il nostro territorio, prendeva forma. Torno in Sicilia e, dopo tre anni, riesco finalmente ad aprire il mio ristorante Ambrosia” – afferma lo chef. Per completare il suo percorso, Agliolo continua a investire nella sua formazione e diventa sommelier FIS. “Comincio a studiare, a visitare cantine, ad andare alle degustazioni. Alla fine mi appassiono. Adesso decido io cosa mettere nella mia cantina, secondo il mio gusto. Il vino e la ristorazione sono due facce della stessa medaglia. Un ristorante che si rispetti, deve avere la stessa cura per il cibo e per il vino. Non si può privilegiarne uno a discapito dell’altro – continua ancora lo chef. Iscritto all’Associazione Provinciale Cuochi di Messina, Agliolo ha preso parte anche a tanti importanti eventi enogastronomici benefici del territorio, che lo hanno fatto conoscere al grande pubblico, come Cibo Nostrum Fundraising Dinner. 

Leggi anche:  Al “Torricelli” di Sant’Agata niente smartphone durante le lezioni

Il Ristorante Ambrosia, dopo pochi mesi necessari per la ristrutturazione dei nuovi locali, ha riaperto al suo pubblico nel periodo più bello dell’anno e per l’occasione lo chef Agliolo ha pensato a due menù speciali per il pranzo di Natale e il Cenone di Capodanno che raccontano una cucina classica, costruita su solide basi, e un grande amore per il territorio nebroideo e per i suoi frutti.