Ha avuto inizio, presso la Sala delle Tradizioni del MUDIS Museo della Ceramica di Santo Stefano di Camastra, il laboratorio che vede coinvolti i bambini della scuola primaria “Giuseppe Lombardo Radice”, che a gruppi di classe saranno impegnati in una attività curata dalla ceramista Mimma Nicolosi.

Per l’occasione il Museo della Ceramica offrirà loro l’opportunità di lavorare l’argilla per la creazione degli antichi fischietti. I fischietti di terracotta colorata, assieme alle ocarine, fanno parte della nostra antica tradizione artigianale. Modellare il proprio fischietto non serve solo ad attivare le proprie abilità ed energie positive, ma nel soffio e nella musicalità variabile del suono si possono ascoltare le vibrazioni della nostra anima che raggiunge, in un flusso comunicativo gli altri e ci immette nel grande cerchio della vita. Il fischietto evoca la storia dell’uomo e la sua cultura: è un oggetto magico e ludico che incuriosisce e affascina. Nasce dalle mani dell’uomo, plasmato e trasformato in oggetto sibilante per augurare allegria e benessere. Raccoglie il vento e il respiro, è la vera voce della natura, annuncia la primavera, l’apparire del giorno, la vita.

Per una intera settimana il Mudis si trasforma in un luogo magico dove le piccole mani dei bambini creano dalla cruda argilla tanti divertenti fischietti colorati come accadeva in epoche remote, che verranno appesi al grande albero di Natale del Museo. Così, innamorata del fischietto e delle sue valenze antiche e gioiose – la ceramista Mimma Nicolosi – ho voluto far rivivere la sua storia, coinvolgendo adulti e bambini nel suo gioco; far suonare l’argilla riempendola di mille significati e bellezza. Il progetto si concluderà con una bellissima mostra, per mettere in vetrina  tutti i lavori prodotti che andranno ad arricchire la collezione dello stesso Museo.

Leggi anche:  Cerami aderisce alla Consulta dei Nebrodi