venerdì - 15 dicembre 2017
 
x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Il 22 il ministro per il Mezzogiorno a Palazzo Trabia

Santo Stefano: arriva De Vincenti, si firma accordo quadro sulla portualità turistica

0
condivisioni

Patto per il Sud  e Masterplan città metropolitane, sarà questo il tema di un incontro che  22 aprile a Santo Stefano di Camastra vedrà presente  il ministro per il Mezzogiorno Claudio De Vincenti.  

Il ministro risponderà alle domande e ai tanti  quesiti  di sindaci, amministratori locali, deputati nazionali e regionali. Nel’ambito della iniziativa si procederà alla prima firma dell’accordo di programma quadro, attuativo dell’imponente  programma di opere  correlato al Patto per il Sud Regione Sicilia e al masterplan per la Città metropolitana di Messina.

Ma in particolare sarà firmato l’accordo di programma quadro per la realizzazione e lo sviluppo del sistema di portuali turistica: la firma dell’accordo dà materialmente il via libera alla possibilità di utilizzo delle somme, pari a 55 milioni, messe a disposizione del governo nazionale, dalla Regione siciliana e dalla Città metropolitana di Messina.

“Questo 22 di aprile del 2017   è destinato a rimanere indelebilmente scritto nella storia della cittadina delle ceramiche – dice il sindaco Francesco Re -. A tenere a battesimo il porto turistico di Santo Santostefano di Camastra, prima opera del masterplan della Città metropolitana di Messina ad essere avviata, sarà il ministro per il Mezzogiorno, punto di riferimento dell’amministrazione comunale di Santo Stefano di Camastra,  il quale ha molto scommesso e creduto sulla ormai certa e definitiva realizzabilità dell’opera”.

Alla cerimonia, che si terrà a Palazzo Trabia,  è prevista la presenza  degli attori istituzionali titolati alla realizzazione delle opere: dal presidente della Regione Rosario Crocetta all’assessore regionale Mariella Lo Bello,  al sindaco metropolitano Renato Accorinti, all’assessore regionale Maurizio Croce ed al rettore dell’università di Messina Pietro Navarra alla cui istituzione accademica è richiesto il delicato ed importantissimo compito di sperimentare sul campo lo sviluppo di concrete sinergie tra mondo accademico e territorio.

Leggi anche:  Variazioni colturali dei terreni, aggiornate le banche dati catastali
0
condivisioni

Commenta con Facebook

Login Digitrend s.r.l